Dalle ultime battute del campionato ad oggi sono passati pochi giorni, ma per chi segue le vicende relative al volleymercato [VIDEO] sembra passata un'eternità. Ed in effetti tanti sono stati gli stravolgimenti delle principali squadre, quelle che vogliono puntare allo Scudetto 2018-2019 che, ormai, è difficile anche solo tenere il passo delle voci che si susseguono.

Tra queste, l'ultima (anche se tale possibilità era data per possibile già da febbraio/marzo) parla di un'operazione prossima alla conclusione e che vede il trasferimento dello schiacciatore italiano, nonché capitano di Trento, Filippo Lanza.

Il possibile scambio di schiacciatori tra Perugia e Trento

La trattativa nasce dall'esigenza di Perugia, squadra che punta a vincere tutte le competizioni a cui prenderà parte la prossima stagione, di completare la propria rosa con uno schiacciatore italiano, vista la necessità di schierare in campo (come prevede il regolamento della Superlega) un numero minimo di giocatori con nazionalità italiana.

Condizione che, con la cessione di Ivan Zaytsev al Modena Volley [VIDEO] ufficializzata pochi giorni fa e l'acquisto al suo posto del polacco di origini cubane Leon, risulta molto complicata da soddisfare per il club umbro.

Quale può essere quindi la miglior soluzione possibile per non sforare ulteriormente il budget e restare altamente competitivi? Uno scambio con Trento chiedendo Lanza e offrendo al posto suo il posto 4 americano Aaron Russell.

Considerato fino alla fine della Regular Season assolutamente incedibile, l'attaccante di Perugia ha perso quotazioni durante la serie finale giocata contro Civitanova dove, nonostante la vittoria della sua squadra, il giocatore ha dimostrato dei limiti in fase di ricezione considerati "pericolosi" quando ti ritrovi a giocare partite ai più alti livelli immaginabili.

Quindi nel tentativo di mantenere un buon equilibrio tra potenza in attacco e solidità in fase di ricezione la Sir Safety ha individuato proprio in Lanza il giocatore ideale da affiancare al fenomeno Leon.

Da questo scambio non ne uscirebbe sicuramente indebolita Trento, visto che la formazione guidata da Lorenzetti potrebbe permettersi un giocatore di banda più portato all'attacco che alla ricezione senza andare ad intaccare l'equilibrio del sestetto titolare.

Sicuramente, se la trattativa è in dirittura d'arrivo come dicono alcuni addetti ai lavori, c'è da aspettarsi un'ufficialità a breve, nel giro massimo di un paio di settimane.