Da Treviso arriva la notizia di un gesto di solidarietà che scalda il cuore. I giocatori della Benetton Rugby Treviso, club professionistico vincitore anche di due Supercoppe d’Italia, hanno deciso di tagliarsi i capelli a zero. Non l'hanno fatto per seguire le ultime tendenze di moda, ma per dimostrare la loro vicinanza al capitano. Nasi Manu, infatti, è malato di cancro [VIDEO] e si sta sottoponendo ad un nuovo ciclo di chemioterapia.

In campo rasati a zero

Nei giorni scorsi gli spogliatoi della Ghirada, si sono trasformati improvvisamente in un salone da barbiere.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Salute

Dopo l'allenamento, infatti, i quarantaquattro giocatori del Benetton Treviso, "armati" di asciugamani e rasoio si sono tagliati i capelli a zero in segno di solidarietà nei confronti di Nasi Manu, un compagno di squadra e, soprattutto, un amico.

"E' stata un'idea nata in maniera spontanea" - ha spiegato Alberto De Marchi, pilone sinistro del team veneto; "Sapevamo che la chemio, ad un certo punto, sarebbe stata davvero dura da affrontare e, allora, per dimostrargli la nostra vicinanza abbiamo deciso di tagliarci tutti i capelli". Anche l'allenatore, Kieran Crowley, e lo staff tecnico hanno aderito all'iniziativa.

E cosi, in occasione dell'importante sfida di European Challenge Cup, in programma domani (sabato 8 dicembre), contro gli inglesi degli Harlequins tutti scenderanno in campo "rapati a zero".

I leoni biancoverdi avevano deciso da tempo di fare qualcosa per Nasi ma, come ha spiegato da De Marchi, non era stato possibile riunire la squadra in quanto, nelle scorse settimane, il gruppo si è diviso per onorare altri eventi agonistici (alcuni giocatori sono stati impegnati con la Nazionale, altri in Sudafrica per incontri con i Cheetas ed i Kings).

A spoilerare il "taglio collettivo" ci aveva già pensato Haime Faiva, il tallonatore, che proprio alla vigilia della trasferta sudafricana si era fatto rasare dallo stesso Nasi Manu (a cui è legatissimo).

'Non imbarazzatevi'

Nasi Manu - all'anagrafe è Takave Liukanasi Manu - è il Number Eight del Benetton Rugby Treviso. Neozelandese, ma tongano di origini, è nato il 15 agosto 1988. Sposato e padre di una bimba, grazie alla sua straordinaria prestanza fisica (è alto 190 centimetri e pesa poco meno di 120 kg) è diventato un potente ball carrier dalle incredibili capacità tecniche. Arrivato a Treviso [VIDEO]nel 2017, ha subito creato un forte legame con i compagni. Così, quando lo scorso agosto gli è stato diagnosticato una neoformazione all’apparato uro-genitale, tutta la squadra si è stretta intorno a lui. Sottoposto ad un intervento chirurgico (perfettamente riuscito) presso l'Ospedale Ca’ Foncello di Treviso, l'atleta ha dovuto, comunque, cominciare dei cicli di chemioterapia.

Subito dopo l'intervento, sul suo profilo Twitter, aveva scritto: «Non imbarazzatevi, ma controllatevi le pa**e».