E' già tempo di volley mercato in vista della prossima stagione sportiva e le voci si fanno sempre più insistenti riguardo ad un tentativo da parte di Modena per riportare il giocatore universale americano (può giocare indistintamente sia come schiacciatore-ricevitore che come opposto) in Italia, ma nonostante il contratto in essere potrebbe non trovare Ivan Zaytsev

che rimane il sogno proibito di Milano. Intanto il posto 4 polacco Kubiak elimina in maniera definitiva tutti i rumors riguardanti la sua posizione contrattuale.

Pubblicità

Matt Anderson in scadenza: Modena ci prova

Forti del buon ricordo che l'atleta conserva dei suoi trascorsi modenesi i dirigenti dell'Azimut hanno intavolato una trattativa con il procuratore del giocatore, Luca Novi, che sta ascoltando molte sirene in questo periodo poiché il giocatore è in scadenza di contratto con lo Zenit Kazan e ancora non ci sono stati segnali incoraggianti riguardo ad un suo eventuale rinnovo. Trovare eventualmente una nuova sistemazione ad Anderson non è certo un problema di difficile soluzione, in quanto il trentunenne originario di Buffalo gioca con ottimo profitto sia in posto 4 (posizione che ricopre nel suo attuale club) sia da opposto (ruolo in cui è titolare inamovibile con la nazionale statunitense). Vedremo se questa trattativa ben avviata avrà esito positivo.

Intanto Kubiak rinnova con i Panasonic Panthers

Da molti additato come unica vera e propria alternativa ad Anderson per il reparto schiacciatori modenese della stagione 2019/2020 il capitano del team polacco si è tolto da qualsiasi trattativa di mercato annunciando il rinnovo contrattuale con la sua attuale squadra giapponese, i Panasonic Panthers: resterà in oriente per altre due stagioni.

A Milano intanto pensano ancora a Zaytsev

Il capitano della nazionale azzurra e la squadra del capoluogo lombardo si strizzano l'occhio dalla scorsa estate e sono rimasti in ottimi rapporti nonostante la decisione dello Zar di cedere alle lusinghe dei canarini di Modena.

Pubblicità

La strada che potrebbe portare il giocatore a Milano non sembra percorribile, almeno nell'immediato, ma Fusaro sta ancora parlando con il procuratore del giocatore che non ha chiuso del tutto a questa possibilità.

Il problema per cui questo affare sembra di difficile definizione rimane un problema squisitamente "tecnico": il team allenato da coach Giani lo vorrebbe come schiacciatore e non come opposto.