Il prossimo venerdì 29 marzo 2019 si correrà la 62ª edizione della E3 Harelbeke. Una volta archiviata la Milano-Sanremo, la stagione di Ciclismo si sposterà infatti al Nord per le Classiche e uno dei primi appuntamenti in programma sarà proprio la corsa soprannominata come “Piccolo Giro delle Fiandre”. Entrata a far parte del circuito UCI World Tour da qualche anno, la E3 Harelbeke proporrà muri e pavé lungo il percorso, che per questa edizione sarà di 204 Km.

Pubblicità
Pubblicità

L’anno scorso vinse Niki Terpstra, precedendo sul traguardo Philippe Gilbert e Greg Van Avermaet. Il record di successi appartiene a Tom Boonen, vincitore per 5 volte. Filippo Pozzato è l’ultimo italiano ad aver vinto questa corsa nel 2009. Nell’attesa di scoprire chi trionferà stavolta, ricordiamo che sarà Eurosport a trasmettere la diretta tv della E3 Harelbeke.

Percorso con 16 muri e 10 settori in pavé alla E3 Harelbeke

La corsa di ciclismo fiamminga avrà come sede di partenza e arrivo la cittadina di Harelbeke.

Pubblicità

Dopo un breve tratto di transizione, si affronterà lo strappo di Katteberg, che misura 0,8 Km e propone pendenze medie al 6,9%. Il fondo è in pavé, anche se non di alto coefficiente di difficoltà. Poco dopo si transiterà nel settore di Holleweg, contrassegnato da 3 stelle e lungo 1,5 Km. Più impegnativo il settore di Paddestraat (3 Km) situato a breve distanza. A questo punto bisognerà attendere il muro di La Houppe (1,7 Km - 4,5%) per vedere faticare i corridori in gara.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

Si proseguirà verso Kaperij, dove ci sarà un brevissimo e tranquillo settore in pavé (0,4 Km). Successivamente si affronteranno 4 strappi: Hogerlucht (1,6 Km - 4,3%), Knokteberg (1,1 Km - 8,3%), Hotondberg (0,8 Km - 4,4%) e Kortekeer (1 Km - 6,5%).

Gradualmente la corsa entrerà nel vivo, proponendo il muro di Taaienberg, che misura 0,6 Km e propone pendenze medie al 6,9%. Il fondo è in pavé. A seguire verrà affrontato l’ascesa di Berg Ten Stene (1,3 Km - 5%), dopodiché toccherà al Boigneberg (1,2 Km - 5%).

Nel mezzo avremo il settore in pavé di Varentberg, che misura 1,5 Km. I corridori si digerivano verso lo strappo di Stationberg (1,5 Km - 4,6%), prima di affrontare il Kapelberg, da ripetere per due volte, con in mezzo l’impegnativo settore in pavé di Steenbeekdries, che misura 2,1 Km ed è contrassegnato da 4 stelle. Il primo passaggio sul Kapelberg misura 0,7 Km, con pendenze medie al 3,8%, mentre il secondo passaggio sarà più impegnativo: 0,8 Km, con pendenze medie al 5,5%.

Pubblicità

L’accoppiata di muri che potrebbe decidere le sorti della E3 Harelbeke sarà rappresentata da Paterberg (0,4 Km - 12,2%) e Oude Kwaremont (2,2 Km - 4,3%). In entrambi i casi ci sarà anche il fondo in pavé a rendere più difficoltoso il passaggio. Prima di giungere al traguardo mancheranno gli strappi di Karnemelkbeekstraat (1,5 Km - 4,9%) e Tiegemberg (1,5 Km - 1,7%), con il settore in pavé di Varentstraat nel mezzo (2 Km).

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto