La primavera di classiche di Tiesj Benoot si è interrotta bruscamente ieri alla Parigi-Roubaix per un brutto incidente. Il corridore della Lotto Soudal è stato sfortunatissimo nella classica del pavè, condizionato da una caduta e da una foratura che lo hanno costretto ad inseguire nelle fasi centrali della corsa. Proprio mentre cercava di rientrare in gruppo sfruttando la scia delle ammiraglie Benoot è finito violentemente contro la macchina della Jumbo Visma.

Pubblicità
Pubblicità

L’impatto è stato così forte da rompere completamente il lunotto posteriore dell’auto e far volare lo sfortunato corridore della Lotto sul bagagliaio.

Benoot: ‘Potevo rompermi il collo’

Per fortuna Tiesj Benoot ha potuto raccontare in prima persona l’incidente avvenuto durante la Parigi-Roubaix e che poteva costargli molto più caro. Il vincitore della scorsa Strade Bianche ha vissuto una prima parte di corsa molto travagliata, con una caduta e poi con una foratura.

Pubblicità

Il corridore fiammingo è prontamente ripartito dopo i due inconvenienti, ma mentre era nella fila delle ammiraglie per cercare di rientrare in gruppo una brusca frenata l’ha fatto finire contro la macchina della Jumbo Visma.

"Mi rendo conto di essere sfuggito a qualcosa di molto peggiore, potevo rompermi il collo con questo incidente” ha raccontato Benoot ricostruendo poi la dinamica dell’episodio.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

“Ad un certo punto la macchina della Jumbo Visma era davanti a me ed improvvisamente ha frenato forte. Io sono volato fino sul bagagliaio, il lunotto si è completamente distrutto” ha spiegato il corridore della Lotto Soudal.

‘Non incolpo nessuno’

La sfortuna di Benoot non si è esaurita qui.

“Anche un motociclista dietro di me è caduto, ha cercato di evitarmi, poi mi è finito addosso. Quando ero a terra avevo dolore ovunque” ha dichiarato il fiammingo, subito soccorso e trasportato in ospedale. Gli esami hanno evidenziato una frattura alla clavicola destra, oltre a contusioni alla spalla e all’anca destra e numerosi tagli, un bilancio tutto sommato buono pensando alle modalità dell’incidente.

Pubblicità

Benoot ha scagionato completamente l’ammiraglia della Jumbo e il tecnico che la stava guidando, Nico Verhoeven. “Non incolpo nessuno, non lo hanno fatto apposta, è lo stress della Roubaix” ha spiegato il 25enne belga.

Il Ds della Jumbo Visma Herman Frison ha dichiarato che “Verhoeven si è fermato immediatamente per scusarsi e chiedere a Benoot come stava. È una cosa che non desideri per il tuo peggior nemico, è un triste incidente.

Pubblicità

La Roubaix è così frenetica, bisogna sempre guardare a destra e a sinistra perché ci sono così tante moto di fotografi e commissari di gara, i corridori passano da tutte le parti. Non poteva andare da nessuna parte con la macchina ed ha frenato in una frazione di secondo” ha spiegato Frison.

Benoot dovrà sottoporsi ad altri esami per verificare al meglio le sue condizioni ed ha chiuso qui la sua prima parte di stagione saltando quindi le classiche delle Ardenne.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto