Nonostante l'Italia sia la sua seconda patria, il paese dove è cresciuto sportivamente arrivando al grande Ciclismo, Egan Bernal non aveva ancora vinto una gara disputata nella nostra nazione. Il tabù si è rotto ieri per il vincitore del Tour de France, quando sulla salita di Oropa ha staccato tutti firmando il Gran Piemonte.

Il successo è stato carico di significati particolari per lo scalatore colombiano, tra i ricordi degli anni trascorsi in Piemonte e quelli del suo idolo Marco Pantani che su questa salita fu protagonista di una delle imprese più leggendarie della sua carriera.

Bernal: 'È Speciale vincere qui'

Il Team Ineos ha dominato alla sua maniera il Gran Piemonte di ieri, concluso sulla storica salita di Oropa. I gregari di lusso dello squadrone britannico hanno spianato la strada ad Egan Bernal, che poi ha completato l'opera grazie soprattutto ad un lavoro di straordinaria qualità dell'altro colombiano, Ivan Ramiro Sosa. Il vincitore del Tour de France è giunto al traguardo da solo, con una manciata di secondi di vantaggio sul compagno, un arrivo quasi in parata che ha sancito la netta supremazia della Ineos.

Per Bernal è stata una vittoria speciale, la prima dopo il Tour de France, la prima anche in Italia e proprio nel suo Piemonte, la terra che lo ha accolto e fatto crescere quando neanche 19enne lasciò la Colombia per inseguire il sogno di diventare un campione.

"È speciale vincere qui, a pochi chilometri di distanza da dove vivevo. Con tutti gli amici che ho in Piemonte mi sento a casa", ha dichiarato il fuoriclasse 22enne.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

Oropa, la salita di Pantani

Bernal non ha mai nascosto la sua ammirazione per Marco Pantani, anche se quando il Pirata vinceva Giro e Tour lui era appena nato, e ha voluto ricordare anche stavolta come la salita di Oropa sia tra quelle maggiormente legate al campione romagnolo. Era il Giro d'Italia del 1999 quando Pantani rimase attardato per un salto di catena all'inizio della salita, compiendo poi una rimonta spettacolare che lo portò a vincere la tappa in maglia rosa.

"Oropa è mitica, oggi volevo vincere. Questa è la mia prima vittoria in Italia ed arriva proprio in un luogo simbolo della carriera di Marco Pantani, ci pensavo mentre salivo verso Oropa", ha raccontato Bernal. Secondo molti addetti ai lavori, il giovane colombiano è destinato ad essere un degno erede del Pirata, con cui condivide la data di nascita, il 13 gennaio, quasi un segno del destino.

Il ciclista sudamericano concluderà la sua splendida stagione domani, sabato 12 ottobre, al Giro di Lombardia, dove sarà ancora una volta tra i principali favoriti.

Lo scalatore colombiano manderà in archivio questo 2019 con un numero abbastanza limitato di corse disputate (solo 62 giorni) e cinque vittorie tutte di straordinario prestigio. Ha vinto la Parigi-Nizza, una tappa e la classifica del Giro di Svizzera, il Tour de France e questo Gran Piemonte.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto