Mentre i corridori stanno ormai riprendendo a pieno ritmo gli allenamenti in vista della nuova stagione, il ciclo mercato sta definendo anche gli ultimi spostamenti rimasti in bilico. Il caso più eclatante di questa campagna trasferimento è stato quello di Rohan Dennis, il Campione del Mondo a cronometro rimasto fin qui senza squadra. Dopo aver rotto platealmente con il Team Bahrain Merida il corridore australiano ha dovuto attendere fino ad ora per definire il suo futuro. Dopo le voci circolate nei giorni scorsi è stato infatti ufficializzato il suo passaggio al Team Ineos con un contratto biennale.

Dennis: ‘Una squadra che crede nell’innovazione’

Il caso Rohan Dennis è finalmente giunto alla conclusione. Il campione australiano ha firmato il nuovo contratto con il Team Ineos concludendo così la lunga e intricata vicenda che lo ha visto come protagonista dallo scorso luglio. Dennis si era ritirato dal Tour de France senza un apparente motivo, in aperta polemica con la sua squadra, il Team Bahrain Merida. Dopo aver cercato invano di cambiare formazione a stagione in corso Dennis ha ottenuto la risoluzione del contratto in settembre per poi correre e vincere il Mondiale a cronometro.

Il Campione del Mondo è stato accostato a diverse squadre in questi mesi, la CCC, la Movistar e la Ineos, ma solo ora ha definito ufficialmente il suo futuro. Dennis ha firmato un biennale con il Team Ineos e debutterà con la nuova squadra a gennaio nel Tour Down Under.

“E’ un sogno che avevo da quando ero diventato professionista” ha dichiarato il corridore australiano. “Guardando da fuori sono sempre stato un grande fan della squadra sin dai primi anni.

è sempre stato un mio obiettivo correre per questo team, realizzare questo sogno è un grande onore” ha continuato Dennis aggiungendo poi di essere stato attratto dall’attenzione ai particolari e alle novità tecnologiche della Ineos. “Sento già una connessione con questa squadra, credono nell’innovazione, specialmente nelle cronometro, che è qualcosa a cui sono ovviamente molto interessato” ha dichiarato Dennis.

Una Corendon più forte

Oltre alla firma di Dennis per la Ineos, le altre notizie più importanti di questi ultimi assestamenti di ciclo mercato riguardano la Corendon Circus, la squadra Professional in cui milita Mathieu Van der Poel. Il fuoriclasse olandese sarà ancora più impegnato nel Ciclismo su strada rispetto alla scorsa stagione. Sarà al via della Strade Bianche, della Tirreno Adriatico e delle classiche più prestigiose fino alla Parigi Roubaix, prima di tornare alla mountain bike in vista delle Olimpiadi di Tokyo.

Per sostenere questo calendario molto più articolato rispetto al passato la Corendon ha ampliato il suo organico sia in quantità che in qualità.

La squadra olandese ha ingaggiato tra gli altri anche Sacha Modolo, velocista con una cinquantina di vittorie in carriera, Kristian Sbaragli, vincitore di una tappa alla Vuelta Espana, Petr Vakoc e Louis Vervaeke, in arrivo da Deceuninck e Sunweb. Gli ultimi arrivi in casa Corendon sono quelli di Scott Thwaites e di Samuel Gaze.

Thwaites è un britannico 29enne con una solida esperienza nelle classiche, con diverse presenze a Fiandre e Roubaix e una top ten alla Strade Bianche, un profilo interessante per affiancare Van der Poel in primavera.

Gaze è invece un 23enne neozelandese che quest’anno ha fatto lo stagista alla Deceuninck.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!