Anche il calciatore Daniele Rugani, difensore della Juventus Football Club, è risultato positivo al Coronavirus. Si tratta del primo giocatore del campionato di Serie A italiano a scoprire di essere affetto dal contagioso e temuto virus COVID-19. A diffondere la notizia è stata la stessa società sportiva attraverso un documento stampa diramato sui social network e alle testate giornalistiche intorno alle ore 23:00 di ieri, mercoledì 11 marzo.

Sospesi gli allenamenti, potrebbe saltare anche Juventus-Lione

Al momento il difensore bianconero non presenta particolari sintomi. L'intera rosa della 'Vecchia Signora' a partire da oggi inizierà un isolamento volontario, sospendendo temporaneamente gli allenamenti a Vinovo, visto e considerato anche lo stop al campionato di calcio italiano fino al prossimo 3 aprile. Al momento, il prossimo match in calendario per gli uomini di mister Maurizio Sarri sarebbe la sfida contro il Lione, valevole per il ritorno degli ottavi di finale della Champions League.

Il condizionale è d'obbligo perché, ad oggi, non si sa ancora se la partita verrà disputata o meno. La decisione finale spetterà ai vertici dirigenziali della U.E.F.A. (Union of European Football Associations) che già nella giornata odierna dovrebbero valutare il primo caso positivo di un giocatore impegnato in competizioni internazionali e, di conseguenza, esprimersi sui provvedimenti da adottare e sulle misure di prevenzione da prendere a tutela della salvaguardia della salute degli atleti interessati dalle sfide europee.

Anche l'Inter in isolamento

La scelta di mettersi in 'quarantena volontaria' è stata condivisa anche dalla F.C. Inter, in quanto nell'ultima partita disputata, domenica scorsa 8 marzo, Rugani è sceso in campo, pur rimanendo in panchina, proprio nel match contro i nerazzurri. La società calcistica guidata dal giovanissimo presidente cinese Zhang Kangyang, attraverso un comunicato stampa apparso sul sito internet ufficiale della squadra, ha annunciato la sospensione di tutte la attività agonistiche fino a nuova comunicazione, nonché l'attivazione di tutte le procedure necessarie ad evitare una ulteriore diffusione del virus, così come previsto e predisposto dai protocolli d'emergenza.

A rischio anche le gare di Champions

La Juventus ha già avuto problemi di contagio a causa del coronavirus. La formazione dell'Under 23, allenata da Fabio Pecchia, infatti, ha terminato proprio lo scorso lunedì un isolamento volontario, resosi necessario dopo la partita con la Pianese, ultima squadra affrontata dalla giovanile, all'interno della cui rosa vi era un calciatore risultato positivo al Covid-19. Vista la situazione di emergenza, potrebbero saltare anche le partite di Champions League, da calendario in programma la prossima settimana (martedì 17 e mercoledì 18). Oltre a Juventus-Lione, potrebbe non disputarsi nemmeno la sfida tra il Barcellona e il Napoli, considerato che la Spagna ha vietato i voli per e dall'Italia.

Segui la nostra pagina Facebook!