Mentre in Italia il ciclismo si ferma, in molti altri paesi lo spettacolo va avanti. La Parigi-Nizza si sta preparando regolarmente al via, previsto per domenica 8 marzo, ma questi giorni di vigilia stanno passando non in maniera tranquilla. ASO, la società francese che organizza il Tour e molte altre corse, ha confermato lo svolgimento della gara nelle sue date previste, dall’8 al 15 marzo, ma ha dovuto incassare una lunga serie di forfait dalle squadre del World Tour.

Diversi team hanno infatti annunciato di non voler gareggiare per prevenire i problemi collegati alla nota emergenza sanitaria, soprattutto dopo quanto accaduto all’UAE Tour, dove diversi corridori e membri degli staff tecnici sono stati messi in quarantena ed ancora non possono lasciare il paese.

Parigi-Nizza, la CCC rinuncia e va a Sierra Nevada

Dopo aver confermato che la Parigi-Nizza seguirà il suo programma originario ASO ha subito una pioggia di forfait che forse non è ancora terminata. Già sette delle diciannove squadre che fanno parte del World Tour hanno confermato di non voler partecipare alla corsa francese e all'elenco potrebbe anche aggiungersi qualche altra formazione.

Le squadre World Tour che hanno già annunciato il proprio forfait alla Parigi-Nizza sono Astana, UAE, Ineos, Mitchelton Scott, CCC, Jumbo Visma e Movistar.

La formazione polacca CCC è stata tra le ultime a decidere per questo cambio di programma. Van Avermaet e compagni passeranno i prossimi giorni in un ritiro in altura a Sierra Nevada, dove cercheranno di allenarsi al meglio per essere pronti alle classiche del mese di aprile. “Mentalmente non è facile, ma devo accettarlo. Volevo correre, ho già fatto abbastanza allenamenti”, ha commentato Van Avermaet a VTM news.

In Francia arrivano Nibali, Viviani e Sagan

ASO si è così trovata di fronte alla concreta possibilità di avere un gruppo di corridori di neanche un centinaio di unità al via della Parigi-Nizza.

Per cercare di superare questo problema, la società francese ha deciso di invitare altre due squadre Professional, la Circus Wanty Gobert e la B&B Hotel Vital Concept. Inoltre a tutte le squadre è stato concesso di schierare otto corridori anzichè i canonici sette. Se non ci saranno altri forfait dell’ultimo giorno la Parigi-Nizza partirà con 136 corridori, suddivisi in diciassette squadre.

Tra i nomi più importanti annunciati al via ci sono anche molti corridori che avevano inizialmente inserito nel proprio programma la Tirreno Adriatico, come Vincenzo Nibali, Elia Viviani, Peter Sagan, Philippe Gilbert e Romain Bardet.

Tra gli altri big sono confermate le presenze di Julian Alaphilippe, Nairo Quintana, Sam Bennett e Caleb Ewan.

Segui la nostra pagina Facebook!