La NBA è ormai ferma dallo scorso 11 marzo a causa dell’emergenza coronavirus. Le trenta franchigie non hanno ancora ripreso ad allenarsi e per il via libera stanno aspettando il protocollo della Lega che dovrebbe essere pronto per l'1 giugno. Inoltre, intorno alla metà dello stesso mese si dovrebbero ricominciare gli allenamenti che avvierebbero l'iter per la conclusione della stagione 2019-2020.

La ripresa del campionato potrebbe essere fissata tra la metà e la fine di luglio. Il commissioner della Lega Adam Silver, stando a quanto riferisce l’ESPN, a giugno potrebbe inoltre annunciare il luogo in cui verranno disputate le gare, tutte a porte chiuse: si parla del complesso sportivo Disney World a Orlando.

L’indiscrezione l’ha lanciata il sito The Athletic che spiega come gli ottimi rapporti tra Adam Silver e il patron della Disney, Bob Iger, avrebbero indotto la Lega a scegliere il complesso del Walt Disney World Resort in Florida come opzione numero uno nell’evenienza di un ritorno in campo.

Nel Walt Disney World Resort, a Bay Lake, in Florida, vicino a Orlando, è situato l'ESPN Wide World of Sports Complex: un centro sportivo di 89 ettari dove si possono disputare fino a nove discipline diverse e che ospita già numerosi eventi sportivi amatoriali e professionali durante tutto l'anno. Anche la MLS, il massimo campionato di calcio americano, starebbe pensando di disputare il resto della stagione nel complesso della Disney.

Il parere di LeBron James e Danilo Gallinari

Intanto anche il noto cestista americano LeBron James, tramite Twitter, ha voluto ribadire la volontà, sua e dei suoi colleghi, di riprendere a giocare il prima possibile, commentando e smentendo, inoltre, le voci di una possibile cancellazione della stagione attuale: "Ho visto alcuni rapporti su dirigenti e agenti che vogliono annullare la stagione?

Questo non è assolutamente vero. Nessuno può dire niente del genere. Non appena sarà sicuro vorremmo finire la nostra stagione. Io e il mio team (i Los Angeles Lakers, ndr) siamo pronti. Nessuno dovrebbe cancellare nulla".

Anche Danilo Gallinari, cestista italiano degli Oklahoma City Thunder, ha espresso il proprio parere sulla ripresa della competizione: "Non penso sia possibile riprendere prima di fine luglio-inizio agosto - afferma il Gallo al portale ladige.it - Inoltre giocare a porte chiuse sarebbe molto diverso, la partita sarebbe giocata emotivamente con un livello diverso, sarebbe veramente strano e non so se tutti i giocatori riuscirebbero a rendere come prima".

Segui la pagina Basket
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!