In questo lungo periodo di blocco della stagione agonistica, tanti campioni del ciclismo professionistico hanno scoperto la voglia di cimentarsi in imprese dal sapore epico. Annemiek van Vleuten, la campionessa del mondo in carica, ha tenuto fede alla sua fama di ciclista di grande resistenza rispondendo alla chiamata di un collega, Jan Willem van Schip, che l’ha coinvolta in un allenamento intenso di 400 chilometri. L’atleta della Mitchelton non è stata la sola a mettersi alla prova in uno sforzo ai limiti dell’improbabile. Il campione del mondo Mads Pedersen ha percorso in lungo e in largo la sua Danimarca in un giro che lo ha tenuto impegnato per cinque giorni e 1.200 chilometri, ed anche Wout van Aert si è impegnato in una sfida davvero notevole con 320 km di sterrati.

Van Vleuten, oltre 11 ore di pedalata

La campionessa del mondo Annemiek van Vleuten è nota nel mondo del Ciclismo per la sua capacità di allenarsi su distanze e percorsi particolarmente impegnativi, una caratteristica che ha stupito anche alcuni colleghi maschi con cui ha svolto la preparazione durante i ritiri della Mitchelton Scott. Ben sapendo di questa passione per le lunghe distanze, il suo connazionale Jan Willem van Schip le ha lanciato una sfida un po’ pazza: percorrere insieme ben 400 chilometri in un’unica sessione di allenamento.

“Oggi il mio vicino Jan Willem van Schip mi ha convinto a questo folle piano di 400 km” ha twittato la campionessa.

Annemiek van Vleuten ha accettato e così ieri, lunedì 1° giugno, i due ciclisti olandesi sono partiti per la loro super pedalata, trovando per strada qualche compagno d’avventura con cui condividere una parte del viaggio.

L’iridata della Mitchelton Scott ha pubblicato sui social diversi dati, foto e video di questo allenamento dal sapore epico, fino alla conclusione ormai con il tramonto a suggellare la giornata. Van Vleuten e van Schip sono riusciti a percorrere i loro 400 chilometri in 11 ore 12 minuti ad una velocità media di 35,7 km orari e con un dispendio energetico di 7125 calorie.

Il Giro di Danimarca di Pedersen

La voglia di cercare qualcosa di diverso, uscire dal solito pedalare con le tabelle di allenamento e i watt sempre sott’occhio, e ritrovare un contatto più puro e istintivo con la bicicletta ha coinvolto tanti campioni in questo periodo di blocco della stagione.

Il Campione del Mondo Mads Pedersen ha pianificato un bel viaggio nella sua Danimarca, cinque giorni di lunghe pedalate in cui ha percorso in lungo e in largo il suo paese. Il corridore della Trek ha sfoggiato la sua maglia iridata, con cui finora ha potuto fare solo una manciata di apparizioni, percorrendo ben 1200 chilometri divisi in cinque tappe.

Anche Wout van Aert ha espresso tutta la sua voglia di bici con un giro di 320 chilometri in gran parte su sterrato. In compagnia dei colleghi Maarten Wynants e Daan Soete, van Aert ha voluto rendere omaggio alla Dirty Kanza, una gara che si svolge nel Kansas su un percorso quasi interamente sterrato e che quest’anno è stata annullata per l’emergenza sanitaria.

“Abbiamo fatto 320 km e il più possibile fuoristrada, questa era l’intenzione. Ci è sembrata una bella sfida ed è stato divertente” ha raccontato il campione belga confidando di voler correre un giorno la vera Dirty Kanza.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!