Il 3 giugno si celebra la giornata mondiale della bicicletta. Alla vigilia di questo appuntamento, il cardiologo e medico dello sport Guidalberto Guidi, per la piattaforma internet dottori.it, ha realizzato una sorta di elenco dei buoni comportamenti. Per il professore, "l'attività che si può svolgere ogni giorno in bicicletta fa bene a tutti, anche alle persone che presentano certe patologie". E, sottolinea Guidi, la bicicletta è un mezzo straordinario da far utilizzare anche ai bambini.

I consigli di Guidi per l'utilizzo della bicicletta: per chi è consigliabile e invece per chi è sconsigliabile

Guidi consiglia vivamente di intensificare l'utilizzo della bicicletta. Questo sia per persone sane che per persone che hanno, ad esempio, alcune problematiche legate ad un peso eccessivo, al diabete, al colesterolo alto oppure ad una forma di ipertensione. In tutte queste situazioni, per il cardiologo, è utile integrare all'uso dei farmaci previsti anche una buona dose di attività fisica sul mezzo a due ruote.

Guidi invece sostiene come sia sconsigliabile la bicicletta per persone che hanno problematiche connesse all'equilibrio visto che rischierebbero la caduta. E non è ideale nemmeno per persone con problemi respiratori oppure persone giovani che soffrono di gravi forme di allergia.

In questi casi potrebbe essere in discussione proprio la forza fisica necessaria in un mezzo a due ruote.

Guidi: la bicicletta ha effetti benefici per il cuore

Guidi sottolinea che "lo sforzo fisico, incrementa la frequenza cardiaca migliorando così la circolazione del sangue e della pressione arteriosa." Effetti benefici al cuore in definitiva.

Bisogna però, per il medico dello sport, pedalare in maniera corretta, col piede parallelo al terreno. Se si spinge il pedale con la punta o il tallone, il rischio è quello dell'affaticamento muscolare.

Guidi ha parlato al portale anche dell'utilizzo della bicicletta da parte dei bambini. E ne ha sostenuto la positività anche già dalla tenera età.

Per Guidi, infatti, l'aspetto principale è legato ad apprendere i meccanismi di coordinamento, lo stare in equilibrio e i cambiamenti di direzione. I bambini più grandi, ad esempio, sanno anche sperimentare i loro limiti, le loro possibilità e capiscono anche quando inizia a subentrare la stanchezza.

La bicicletta, per il cardiologo e medico dello Sport, è anche importante a livello psicologico nella crescita dei bambini. Visto che la guidano da soli sperimentando anche in questa maniera una certa autonomia ma sanno anche che sono sempre accompagnati dalla figura di una persona adulta che li può seguire e, in caso di necessità, intervenire.

Segui la pagina Salute
Segui
Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!