Dopo una lunga e trepidante attesa, dovuta al lockdown legato all'emergenza sanitaria da Covid-19, l'atletica paralimpica, torna finalmente in pista con i suoi brillanti esponenti. Sale infatti l'attesa per gli eventi di oggi 11 luglio, con la II edizione del Memorial Fratelli Brazzale a Vicenza e di domani 12 luglio a Codroipo (Udine) per la corsa in carrozzina.

Atletica paralimpica, la ripartenza dopo il lockdown e il debutto delle lunghiste azzurre

La stagione dell'atletica paralimpica, interrotta bruscamente a gennaio, dopo la conclusione dei campionati Assoluti Indoor di Ancona, torna a solcare la pista questo fine settimana con due eventi di carattere regionale, firmati Fidal, che offriranno la possibilità a tanti atleti di poter ripartire, più forti di prima.

A caratterizzare la giornata odierna, sabato 11 luglio, la seconda edizione del Memorial Fratelli Brazzale, che si svolgerà sulla pedana del Campo Scuola "Guido Perraro" di Vicenza e che segnerà ufficialmente il debutto della stagione di due lunghiste azzurre: Francesca Cipelli e Alice Maule.

A saltare per la categoria T37 (Salti - Cerebrolesione media, emiplegia, deambulanti), sarà proprio la tesserata Veneto Special Sport, Francesca Cipelli, quarto posto agli Europei di Berlino del 2018 e ottava al mondo, mentre la giovanissima padrona di casa Alice Maule, tesserata Alpini Vicenza, detentrice del bronzo continentale Under 17 per la categoria T13 (ipovedente senza possibilità di atleta-guida), sarà la prima atleta che esordirà portando il sigillo della Fispes Academy.

"Finalmente si torna in pista al meeting di Brazzale", ha scritto Francesca Cipelli sul suo profilo Facebook.

Domenica è il turno del settore della corsa in carrozzina

Fulcro della giornata di domani, domenica 12 luglio, sarà invece la pista di Codroipo, cittadina in provincia di Udine, che vedrà scendere in pista di gara il settore della corsa in carrozzina in occasione della manifestazione organizzata dal Delegato regionale Fispes, Matteo Tonutti, e dalla società Atletica 2000.

La gara coinvolgerà nomi importanti, come quelli di Diego Gastaldi e Nicholas Zani, rispettivamente doppio bronzo europeo per categoria T53 (Corse Paraplegia grave) e T33 (Cerebrolesione media - in carrozzina), entrambi tesserati Sempione 82, e quello di Giandomenico Sartor, tesserato Veneto Special Sport per la categoria T54 (Corse Paraplegia moderata, amputazione/i arto inferiore).

Questi ultimi affronteranno le gare nei 100 e 400 metri, inseriti nelle rispettive categorie, delle quali sono primatisti italiani. Essendo la gara di esordio stagionale, nonché test, il tecnico nazionale di specialità Mario Poletti, valuterà l'attuale condizione tecnico-agonistica e fisica di ciascun atleta post-lockdown.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!