Oggi, 26 luglio alle ore 14, prenderà il via il Gran Premio di Andalusia, seconda prova della stagione del Motomondiale 2020. Questo sarà il secondo weekend consecutivo sul tracciato andaluso di Jerez de la Frontera. I piloti della MotoGp percorreranno il tracciato (lungo 4.423 metri) per 25 giri. Valentino Rossi, in sella alla sua Yamaha M1, scatterà in griglia di partenza dal quarto posto.

Gran Premio di Andalusia, pole position per Quartararo davanti a Vinales, quarto posto per Valentino Rossi

Al termine delle sessioni di qualifica di sabato 25 luglio, Fabio Quartararo (team Petronas Yamaha SRT) si è aggiudicato la pole position con il tempo di 1’37.007 (con una velocità media di 283.4 km/h).

Maverick Vinales ha fatto registrare il secondo tempo con 1’37.102. La prima fila della griglia di partenza è stata chiusa dal terzo posto del pilota italiano del team Pramac Racing, Francesco Bagnaia. Il Dottore ha concluso la sessione di qualifiche al quarto posto facendo registrare il crono di 1’37.342 (con una velocità media di 286.4 Km/h).

Quartararo, dopo aver conquistato la pole position, ha affermato che “è stata una qualifica difficile” anche se il feeling con la sua Yamaha Petronas “è buono”.

Valentino Rossi in lotta tra i migliori

Il "Dottore" è riuscito a fare grossi passi in avanti rispetto al Gran Premio di Spagna della settimana scorsa. Infatti, è stato eseguito un preciso lavoro di setting sulla Yamaha numero 46.

Valentino ha affermato che è fondamentale “partire davanti” per “lottare per il podio”. Il lavoro sulla sua M1 è proseguito anche dopo le sessioni di qualifica per migliorare “il ritmo” in vista della gara. Il pesarese ha espresso la sua necessità di migliorare ancora in “due o tre punti” del tracciato andaluso.

Infine, Rossi ha sottolineato che la gara di oggi sarà la gara “più calda” mai corsa nella top class e che con le temperature elevate dell’asfalto “sarà difficile per tutti”. Quindi, in questa gara potrebbe “succedere di tutto”.

Le prove libere di venerdì

In chiusura della giornata di prove libere del venerdì il "Dottore" aveva fatto registrare un secondo posto (1’37.205) nella sessione della mattina e un ottavo posto nel pomeriggio.

Arrivando così ad occupare la seconda piazza della classifica combinata.

Valentino Rossi aveva dichiarato, al termine delle prove libere, di essere “contento” di come si è svolta la giornata, e che questo rappresenta un “segnale positivo” per il week end di gara.

Alcuni aspetti della sua Yamaha YZR-M1 sono migliorati, in particolare “l’assetto” e in questo modo lui è riuscito “a essere più veloce”. Mentre nella sessione di prove pomeridiane con temperature dell’asfalto più elevate, Valentino ha confermato di faticare di più, ma anche di “guidare meglio” la sua M1 e di avere un consumo delle gomme Michelin inferiore al weekend passato. Il nove volte iridato ha anche affermato di avere un discreto passo con “le mescole usate” e di essere consapevole di potere migliorare la percorrenza in alcune curve (la 2, 3, 6 e 7).

Novità video - Rossi: "Buona posizione, ma per podio dobbiamo migliorare"
Clicca per vedere

Il pesarese, infine, ha confermato che nelle altre parti del circuito ha avuto un buon feeling con la moto e quindi per questo Gran Premio sarà “più competitivo rispetto” alla settimana passata.

Segui la pagina Moto GP
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!