Nonostante sia probabilmente la più grande campionessa di sempre del Ciclismo femminile, con titoli iridati e olimpici raccolti tra strada, pista e ciclocross, Marianne Vos è incappata in un contrattempo che ha rischiato di lasciarla letteralmente senza bicicletta. La fuoriclasse olandese sta correndo la stagione del ciclocross in questa pausa invernale del ciclismo su strada. Nelle ultime gare la Vos è stata vista con una bicicletta mai usata in precedenza, una Bianchi Zolder riverniciata e resa anonima, senza nessun marchio del costruttore e con i colori del suo team di appartenenza.

Vos, la nuova avventura nella Jumbo Visma

Marianne Vos ha cambiato squadra nel ciclo mercato invernale. La sette volte Campionessa del Mondo di ciclocross è passata dalla CCC Liv alla nuova Jumbo Visma, la squadra femminile nata al fianco del team di Primoz Roglic e Wout van Aert. La fuoriclasse olandese è stata scelta come la leader che dovrà lanciare in grande stile questa nuova formazione, dall’alto di un palmares unico che conta oltre duecento vittorie su strada tra cui anche tre titoli Mondiali e uno Olimpico.

Anche in questa nuova avventura alla Jumbo Visma la Vos sta continuando ad impegnarsi a 360 gradi nel ciclismo e non ha voluto mancare alla stagione invernale del ciclocross. Nella sua vecchia squadra la campionessa olandese aveva in dotazione la bicicletta Giant TCX per affrontare le gare di ciclocross.

Il contratto con il team CCC Liv è scaduto il 31 dicembre e con questo sono terminati anche gli obblighi della Vos di correre con le bici Giant. La Jumbo Visma ha in dotazione da questo 2021 il marchio Cervelo in sostituzione della Bianchi, ma l’azienda canadese non ha ancora sviluppato un modello da ciclocross e la sette volte iridata si è così trovata a dover cercare una soluzione alternativa per continuare la sua stagione tra prati e fango.

Niente bici Giant per la Vos

Marianne Vos avrebbe voluto continuare a correre quest’ultima parte di stagione di ciclocross con la sua solita bici Giant TCX, rendendola anonima e senza marchi per ragioni contrattuali. La stessa scelta è stata fatta da Wout van Aert. Anche il campione belga, compagno di squadra della Vos alla Jumbo Visma, ha continuato a correre dal 1° gennaio con la bici della scorsa stagione, una Bianchi Zolder, riverniciata con i colori giallo e nero del team.

Questo però non è stato possibile per la Vos, a cui è stato chiesto di restituire le bici Giant al termine del contratto con la CCC. La sette volte iridata si è così trovata letteralmente senza bicicletta e la squadra ha pensato di utilizzare le Bianchi Zolder già in dotazione a van Aert. La campionessa olandese ha così dovuto cambiare marchio di bici a metà stagione, prendendo un modello mai usato in precedenza, un’esperienza davvero strana. Anche nel prosieguo della stagione del ciclocross, che culminerà con i Mondiali di fine gennaio, Marianne Vos sarà in gara con questa Bianchi Zolder riverniciata in giallo e nero e senza nessun marchio del costruttore, ma solo il nome del team di appartenenza, mentre sulla maglia campeggia il logo della Cervelo.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!