Pochi giorni dopo la presentazione ufficiale della Jumbo Visma, in cui aveva parlato dei suoi programmi ed obiettivi per la stagione 2021, Tom Dumoulin ha deciso di dare una svolta clamorosa alla sua carriera. Il vincitore del Giro d'Italia 2017 ha annunciato di voler interrompere l'attività e ha già lasciato il ritiro di Alicante dove si stava allenando con i compagni di squadra. Dumoulin ha parlato di una decisione arrivata come un sollievo, di una vita da ciclista vissuta ormai con troppa insofferenza, una storia che ricorda quella del suo ex compagno di squadra Marcel Kittel, anche lui ritiratosi a soli trent'anni.

Tom Dumoulin: 'La squadra mi sostiene'

Tom Dumoulin aveva già dato qualche segno di insofferenza alle pressioni e alla vita del corridore professionista in passato, soprattutto nel suo ultimo periodo vissuto alla Sunweb. Nella scorsa stagione, con l'approdo alla Jumbo Visma, il corridore olandese pareva aver ritrovato un ottimo equilibrio e la serenità necessaria. Dumoulin era apparso motivato e concentrato anche pochi giorni fa nella presentazione ufficiale della squadra, avvenuta nel ritiro spagnolo di Alicante, in cui aveva parlato del suo ruolo al fianco di Primoz Roglic al prossimo Tour de France.

Nulla faceva presagire la clamorosa scelta di Dumoulin di interrompere la sua carriera, non è chiaro se per una pausa provvisoria o per sempre.

Il vincitore del Giro d'Italia 2017 ha annunciato di aver lasciato il ritiro della Jumbo Visma e di mettere in pausa l'attività agonistica e il contratto con la squadra, che non lo pagherà fino a quando non deciderà, eventualmente, di riprendere a correre. "Ho preso la decisione ieri e la squadra mi sostiene. Mi sento davvero bene", ha commentato l'ex iridato a cronometro esternando tutto il suo sollievo.

'Prendo un po' di tempo per me stesso'

Dumoulin ha parlato della sua difficoltà di convivere con la pressione e con i sacrifici richiesti ad un ciclista professionista. "È davvero come se uno zaino di cento chili mi fosse scivolato dalle spalle. Mi sono subito svegliato felice. Mi sento bene, ho finalmente deciso di prendermi un po' di tempo per me stesso, questo la dice lunga.

Da un po' di tempo per me è difficile orientarmi come ciclista, con le pressioni e le aspettative che ne derivano", ha dichiarato il campione olandese esprimendo la sua voglia di staccare dal mondo, forse un po' esasperato, del Ciclismo professionistico.

Dumoulin si prenderà dunque un po' di tempo per capire più serenamente cosa desidera per il suo futuro e trovare una risposta alla domanda con cui ha chiuso il suo annuncio, e cioè se vuole ancora essere un corridore.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!