In un Melbourne Park completamente deserto per via del lockdown imposto fino a mercoledì dalle autorità australiane, agli Australian Open sono andati in scena i terzi turni della parte bassa del tabellone maschile. Grandissime vittorie dei due italiani ancora in gara. Matteo Berrettini ha dovuto superare un problema agli addominali alla fine del terzo set ma è riuscito ad avere la meglio su Karen Kachanov, mentre Fabio Fognini da sfavorito è andato a disputare un match perfetto contro il padrone di casa Alex De Minaur. Ora per gli italiani ci saranno due sfide complicatissime rispettivamente contro Tsitsipas e Nadal.

Questi ultimi non hanno avuto problemi nei rispettivi match odierni. Bene anche Rublev, mentre il numero 4 del mondo Medvedev approda agli ottavi con il brivido.

Berrettini re dei tie-break

Strepitoso Matteo Berrettini. Il romano approda per la prima volta agli ottavi di finale degli Australian Open battendo il russo Karen Kachanov con lo score di 7-6 (7-1) 7-6 (7-5) 7-6 (7-5) dopo 3 h di battaglia. Matteo nel primo set deve rimontare un break di svantaggio sul 3-1 per poi riprendere immediatamente confidenza con il proprio gioco. Si giunge al tie-break ma questo è un dominio dell'azzurro che se lo aggiudica per 7 punti a 1. Nel secondo parziale entrambi i contendenti sono perfetti nei loro turni di battuta.

Saranno zero infatti le occasioni di break concesse dai due. L'epilogo più scontato è un nuovo tie-break. Kachanov, a differenza del primo, riesce in questo caso ad impensierire maggiormente l'italiano ma sul 5-4 Berrettini commette un bruttissimo errore concedendo all'azzurro due set point. Il primo viene annullato dal russo ma sul secondo Matteo è straordinario: ace al centro e due set a zero.

Nel terzo set l'italiano, dopo aver mancato due palle break nel primo gioco, con due ace ne annulla altrettante nel sesto game: 3-3. Sul 5-4 Kachanov da segnalare l'intervento del fisioterapista per un problema addominale di Berrettini. Nel game successivo l'italiano inizia a servire visivamente meno forte ma ciò non gli impedisce di vincere il gioco ai vantaggi: 5-5.

Si giunge nuovamente al tie-break, con il russo che però nell'undicesimo gioco annulla un break point con un'incredibile voleè. L'azzurro si ritrova sotto 4-1 ma continua a combattere come un leone nonostante il problema fisico accusato. Prima fa buona guardia a rete e poi piazza l'ace per rimanere in scia sul 4-3. Da qui la tensione sale. Gli scambi si allungano sempre di più e Matteo inizia ad approfittare anche di qualche grossolano errore dell'avversario. Berrettini, galvanizzato, impatta sul 5-5 e qui piazza la zampata decisiva: 7-5. Adesso per l'italiano l'imperativo è recuperare al meglio in vista di un match complicatissimo contro la testa di serie numero 5 Stefanos Tsitsipas.

Novità video - Australian Open, Fognini elimina De Minaur: ora Nadal
Clicca per vedere

Pazzesco Fognini contro De Minaur

Sontuoso Fabio Fognini. Il ligure conquista una grandissima vittoria contro il padrone di casa Alex De Minaur con il punteggio di 6-4 6-3 6-4 dopo 2h e 8 minuti di match. Ora la sfida delle sfide contro il numero 2 del mondo Rafael Nadal, con il quale è riuscito a vincere ben quattro precedenti.

L'inizio è molto incoraggiante. Fognini sembra il lontano parente del tennista poco concentrato e falloso visto nel derby contro Caruso. La svolta del primo set arriva nell'ottavo gioco con l'italiano che leva il servizio a De Minaur. Sul 5-3 però Fabio s'incarta e subisce il controbreak addirittura a zero. Per fortuna nel game successivo, al secondo set point, il ligure restituisce immediatamente il favore: nuovo break e 6-4.

Il secondo parziale prosegue sulla falsa riga del primo con Fognini che gioca un Tennis di una pulizia disarmante e impedisce al suo avversario di fare il suo gioco. Il break arriva ai vantaggi nel sesto gioco: 4-2 per il ligure. Fabio al servizio è perfetto e anche il secondo parziale è di marca italiana: 6-2. Nel terzo set prosegue lo show del tennista azzurro. Il break arriva nel primo e nel quinto gioco: 4-1. Sopra 5-2, l'azzurro fallisce due match point e perde il servizio. Il tennista australiano non molla e si rifà sotto sul 5-4. La tensione si taglia a fette. Fognini rimonta dal 15-30 e riesce finalmente a chiudere il match: 6-4.

Nadal senza particolari problemi approda agli ottavi

Ancora bene Rafael Nadal.

Il maiorchino ha dovuto rimontare un break di svantaggio nel primo set ma alla fine è riuscito senza particolari problemi a chiudere il match in tre set (7-5, 6-2, 7-5). Il numero 2 del mondo ci ha messo un po' più del previsto per capire come gestire l'esuberanza del britannico Cameron Norrie, mancino anche lui e dotato di ottimi fondamentali. Ora con Fognini agli ottavi di finale sarà il primo vero test di questo torneo per Rafael, che dovrà sicuramente alzare l'asticella.

Medvedev avanti con il brivido, bene Rublev

Si è complicato la vita Daniil Medvedev nel suo match di terzo turno agli Australian Open. Il numero 4 del mondo, in vantaggio di due set, si è fatto rimontare infatti dal serbo Filip Krajinovic.

Il nativo di Belgrado si è imposto sia nel terzo sia nel quarto parziale ed è riuscito a trascinare il match al quinto e decisivo set. Qui però non c'è stata storia, con Medvedev che ha tolto il servizio al suo avversario in ben tre occasioni : 6-3 6-3 4-6 3-6 6-0 lo score finale. Per il russo si tratta della 17esima vittoria consecutiva tra Parigi Bercy, Master di Londra, Atp Cup e appunto Melbourne. Adesso al prossimo turno ci sarà l'ostico americano Mackenzie Mcdonald.

Non ha perso ancora un set invece un altro russo presente in questa parte di tabellone. Andrey Rublev ha avuto qualche problemino soltanto nel primo set contro lo spagnolo Feliciano Lopez mentre non c'è stata storia nei successivi due parziali con il numero 8 del mondo che ha prevalso con il punteggio di 7-5 6-2 6-3.

Agli ottavi di finale Rublev se la vedrà con il norvegese Casper Ruud. Salgono dunque a tre i tennisti russi agli ottavi di finale a Melbourne dopo la grande impresa di ieri di Aslan Karatsev.

Tsitsipas sul velluto dopo lo spavento del turno precedente, McDonald e Ruud completano il quadro

Non ha avuto alcun problema Stefanos Tsitsipas contro lo svedese Mikael Ymer (6-4 6-1 6-1). Il greco, dopo il tiratissimo quinto set vinto contro Kokkinakis al secondo turno, approda in scioltezza agli ottavi di finale. Un solo servizio perso in tutto il match e tantissime buone sensazioni per il numero 6 del mondo. Adesso il big match contro l'italiano Matteo Berrettini.

Come detto, gli avversari agli ottavi di finale di Medvedev e Rublev saranno Mckenzie Mcdonald e Casper Ruud.

Lo statunitense, dopo la bella impresa di secondo turno contro Borna Coric, non ha lasciato scampo nemmeno al sudafricano Harris, battendolo con lo score di 7-6 (9-7) 6-1 6-4. Il norvegese invece ha avuto bisogno di quattro set per avere la meglio dell'ostico moldavo Radu Albot (6-1 5-7 6-4 6-4). Si tratta per entrambi del primo ottavo di finale a livello Slam.