Se Egan Bernal si è preso tutta la copertina della tappa più attesa della prima settimana di Giro d’Italia, quella del 16 maggio a Campo Felice, anche Remco Evenepoel è uscito rafforzato dalla bellissima corsa sulle montagne abruzzesi. Il finale in salita e sullo sterrato ha fatto spiccare il volo a Bernal, che si è preso la vittoria di tappa e la maglia rosa staccando tutti gli avversari. Evenepoel è sembrato in difficoltà all’inizio del tratto di sterrato, quando è sprofondato nelle ultime posizioni del gruppo, ma è poi risalito fino al quarto posto con cui è arrivato al traguardo.

Evenepoel: ‘Ero ben piazzato prima dello sterrato’

Nel dopo tappa è emerso quello che è successo in realtà al giovane belga della Deceuninck Quickstep. La diretta tv non ha ripreso un tratto della salita finale di Campo Felice, quando i corridori hanno affrontato un tunnel poco prima di entrare nell’ultimo chilometro e mezzo caratterizzato dal fondo sterrato. In questo tratto nel tunnel si è verificato un piccolo incidente che ha indirettamente coinvolto Remco Evenepoel facendogli perdere molte posizioni. Per questo, quando il gruppo è uscito dal tunnel, il belga è riapparso nelle posizioni di coda e non ha potuto rispondere all’attacco portato da Egan Bernal nell’ultimo chilometro.

“Ero ben piazzato nel tunnel prima del tratto di sterrato, ma un corridore della Ineos ha quasi toccato la ruota posteriore di Bernal e per questo ho perso diverse posizioni”, ha raccontato Evenepoel al termine della corsa.

Il 21enne della Deceuninck ha preso con filosofia questo intoppo ed ha dimostrato nella rimonta finale di essere in grande forma, chiudendo a soli 10’’ da Bernal. “Una cosa del genere può succedere nel Ciclismo, ma fortunatamente sono riuscito a recuperare alcune posizioni all’arrivo. Ho perso solo gli abbuoni, non ho perso molto tempo e questo è positivo per la prossima settimana.

Molti corridori hanno sofferto oggi. Possiamo essere orgogliosi del lavoro e di come la squadra ha corso oggi”, ha commentato Evenepoel.

Lodewyck: ‘Remco ha limitato i danni’

Con la vittoria a Campo Felice, Egan Bernal si è impossessato della maglia rosa, con Evenepoel al secondo posto con 15’’ di distacco e Vlasov al terzo a 21’’.

La Deceuninck Quickstep ha valutato in modo molto positivo il risultato e la prestazione del suo campioncino nella tappa abruzzese del Giro d’Italia. “Remco ha limitato i danni e rimane secondo dietro ad un fortissimo Bernal. Tutto sommato è stata una buona giornata”, ha commentato Klaas Lodewyck, Direttore Sportivo della Deceuninck sulle strade della corsa rosa.

“Non si può negare che Bernal sia andato forte, ma noi siamo concentrati sulla nostra prestazione”, ha aggiunto il Ds belga guardando con grande fiducia alle prosieguo del Giro in cui il suo corridore troverà salite più lunghe che dovrebbero adattarsi meglio alle sue caratteristiche. “Lasciamo che migliori, poi vedremo cosa succederà.

Ogni giorno combattiamo duramente, con il coltello tra i denti, ma nelle prossime due giornate, con una tappa per velocisti e il riposo, dobbiamo cercare di recuperare”, ha concluso Lodewyck.