Dopo aver rivisto all'opera Van Aert, Vingegaard ed Evenepoel, il ciclismo professionistico è pronto a godersi il ritorno in gruppo di un'altra delle stelle di questa generazione di campioni, Tadej Pogacar. Il fuoriclasse sloveno ha deciso di iniziare la sua stagione un po' più tardi del solito. Mentre negli anni scorsi il due volte vincitore del Tour de France entrava in azione già a metà febbraio, stavolta il debutto è stato fissato solo alla Strade Bianche di sabato 2 marzo. A pochi giorni dall'esordio, Pogacar ha spiegato che è stata presa questa scelta per via di un programma stagionale particolarmente intenso.

"Ho pianificato un approccio più lento, ma alla Strade Bianche correremo per vincere" ha promesso il numero uno del Ciclismo mondiale.

'Adoro la Strade Bianche'

Il 2024 di Tadej Pogacar ruoterà infatti intorno al tentativo di realizzare la storica doppietta tra Giro d'Italia e Tour de France, che nessun campione è più riuscito a completare dai tempi di Marco Pantani. Per questo, il campione sloveno e lo staff della UAE Emirates hanno deciso di alleggerire l'avvio della stagione, ritardando il debutto e rinunciando a qualche appuntamento importante, soprattutto nelle classiche fiamminghe.

"Non vedo l'ora di iniziare anch'io dopo un inizio di stagione così consistente per la mia squadra", ha dichiarato Pogacar a pochi giorni dall'esordio nella Strade Bianche.

"Sono stato paziente, ho pianificato un approccio più lento per quest'anno. Sarà una stagione lunga, con due grandi giri. Questo è un territorio sconosciuto per me, ma non vedevo l'ora di fare qualcosa di nuovo" ha continuato il campione sloveno.

Nonostante questa partenza ritardata, Tadej Pogacar si presenta al via della Strade Bianche senza nascondersi e senza sottrarsi al suo solito ruolo di favorito della corsa.

"Adoro questa corsa, ho un bel ricordo della Strade Bianche. La mia preparazione è andata molto bene e correremo per vincere. Non sai mai cosa succederà nella tua prima gara, ma con questa squadra siamo pronti a tutto" ha commentato il campione della UAE Emirates.

Niente classiche fiamminghe per Pogacar

Dopo la Strade Bianche, Pogacar non correrà nè Tirreno Adriatico nè Parigi Nizza, ma rientrerà in gruppo alla Milano Sanremo del 16 marzo.

La sua prima gara a tappe sarà la Volta Catalunya, corsa a cui parteciperà per la prima volta. Il Catalunya è in programma dal 18 al 24 marzo e Pogacar troverà tra i suoi avversari anche Aleksandr Vlasov, Geraint Thomas, Egan Bernal e Sepp Kuss. Tra le classiche del nord, il campione della UAE salterà tutta la campagna di corse fiamminghe per concentrarsi sulla Liegi. Dopo la Doyenne sarà il grande momento del debutto al Giro d'italia. La seconda parte della stagione ruoterà attorno al Tour de France, alle Olimpiadi di Parigi e ai Mondiali di Zurigo.