Come accaduto lo scorso anno a proposito dell’#imu, Governo e amministrazioni comunali sono in piena bagarre stavolta per via delle aliquote Tasi, una delle tre componenti della nuova Iuc insieme a Tari e Imu (quest’ultima scatta solo per i possessori di prime case).

Calcolo Imu 2014, Iuc e Tasi: aliquote, detrazioni, scadenza e importi, ecco quanto si pagherà - Situazione attuale e possibili modifiche

E’attualmente in fase di discussione l’emendamento al dl che ha abolito la seconda rata dell’Imu sulla prima casa grazie al quale verrebbe concessa ai Comuni la facoltà di incrementare le aliquote Tasi su prima e seconda casa seguendo lo schema seguente:

  • Prima casa, possibilità incremento aliquote Tasi dal 2,5 al 3,5 per mille;
  • Seconda casa, possibilità incremento aliquote Tasi dal 10,6 all’11,6 per mille.

Attualmente però nulla è stato ancora deciso, e per i Comuni si fa sempre più concreto lo spettro di vedere il gettito derivante dall’imposta sulle prime case restringersi di quasi la metà rispetto alla 'vecchia' Imu, in riferimento alla quale la Legge prevedeva un’aliquota base al 4 per mille.



Non solo le aliquote ma anche le scadenze rischiano di costituire un grosso problema per commercialisti e contribuenti: la prima rata dell’Iuc, che ingloba la Tasi al suo interno, scade infatti il 16 gennaio 2014, ma i Comuni recano facoltà di posticiparla, e ancora una volta in molte territori si assisterà all’assalto ai centri Caf una volte ufficializzate le date.

Calcolo Imu 2014, Iuc e Tasi: aliquote, detrazioni, scadenza e importi, ecco quanto si pagherà - Possibili incrementi aliquote per coprire le detrazioni

L’ipotesi più concreta al momento è che le aliquote Tasi vengano incrementate per coprire i costi delle detrazioni da destinare alle famiglie meno abbienti, ma, stando al pensiero di Piero Fassino, presidente Anci e sindaco di Torino, ‘la cosa andrebbe nella direzione giusta solo al 50%’.



‘Certamente - ha dichiarato Fasssino - l'emendamento va nella direzione giusta ma soltanto al 50%. Infatti, se la flessibilità sull'aliquota è finalizzata soltanto alla copertura delle detrazioni, non risolve il problema del minor gettito sulla prima casa. Quindi al governo e al parlamento chiediamo - ha concluso - come intendono affrontare questo problema'.

Calcolo Imu 2014, Iuc e Tasi: aliquote, detrazioni, scadenza e importi, ecco quanto si pagherà - Il 24 gennaio scade la Mini-Imu

In attesa di conoscere l’esito della partita Governo-Comuni riguardo la Tasi, è bene sottolineare che il 24 gennaio 2014 scadrà il termine per versare la Mini-Imu; più volte erano giunte rassicurazioni circa il fatto che questo mini tributo sarebbe stato eliso o rimborsato, ma ieri è giunta la conferma che non ci sarà nessuno sconto.



In questo articolo abbiamo perciò raccolto le principali informazioni su  scadenza, aliquote e conteggio, Comune per Comune, relativo proprio alla Mini-Imu; ricordiamo che l'imposta è dovuta dai possessori di prime case e relative pertinenze.