Il certificato unico dipendente comunemente conosciuto come CUD, è una certificazione dei redditi, dovuti a lavoro dipendente, pensione o altri (compensi percepiti da soci di cooperative, assegni rilasciati da un coniuge a favore di un'altro) che il datore di lavoro o l'Inps, ha l'obbligo di rilasciare a dipendenti o pensionati per certificare le somme versate, le ritenute effettuate e i versamenti effettuati allo stato.

L'Agenzia delle Entrate ha reso disponibile con l'inizio del nuovo anno, una serie di bozze di nuovi modelli ( ricordiamo anche quella dell'Irap) tra cui va menzionata anche il nuovo modello CUD 2014, la certificazione unica valida per l'attestazione dei redditi percepiti nel 2013, che presenterà quest'anno una serie d'importanti novità.

Al di là delle agevolazioni concesse ai lavoratori che tornano nel nostro paese dopo esperienze professionali conseguite all'estero, il nuovo CUD affronta e chiarisce molti punti chiave sull'argomento detrazioni "per carichi di famiglia": mediante una specifica annotazione viene comunicato al dipendente, l'utilizzo delle detrazioni per carichi di famiglia, per il periodo relativo al rapporto di lavoro, nel caso questo risulti essere inferiore all'anno.

Un'altra importante novità del modello CUD 2014, è costituita dall'ampliamento della sezione relativa alla previdenza complementare (punti da 120 a 127), con l'introduzione di una serie di informazioni aggiuntive utili ai lavoratori i cui dati siano riportati in più CUD. Tale novità, è stata introdotta principalmente al fine di diminuire la possibilità di errore all'interno della dichiarazione.

I migliori video del giorno

Scompaiono inoltre, all'interno del CUD 2014, i seguenti punti:

  1. 118 e 119- inerenti alla quantificazioni delle agevolazioni soppresse
  2. 136 e 137- Dedicati al contributo di perequazione