Oggi ci concentriamo sulla Mini imu, la cui scadenza resta il 24 gennaio: ecco chi paga, quanto e come si calcola l'importo da pagare.



Turberà i sogni degli italiani ancora a lungo l'odiata imposta al centro di polemiche e tira e molla governativi da ormai diversi mesi. Purtroppo la notizia del giorno è che la Mini Imu rispetterà la scadenza prevista del 24 gennaio, fugando così ogni speranza di una proroga come invece avvenuto per la Tasi.



Chi paga la Mini Imu
? Innanzitutto facciamo chiarezza sui destinatari di questa imposta: la Mini Imu in realtà è un conguaglio della vecchia Imu con cui il contribuente verserà solo il 40% della differenza tra l'aliquota dettata dalla Legge e quella deliberata dal Comune di residenza.

Per tanto si pagherà soltanto nei Comuni (oltre 2500) che hanno stabilito aliquote superiori a quella base del 4%.



A pagare la Mini Imu sull'abitazione principale saranno dunque i proprietari di abitazioni principali e relative pertinenze, con esclusione degli immobili rientranti nelle categorie A/1, A/8 e A/9 nei comuni che hanno alzato la soglia dell'aliquota base.



Quanto
si pagherà con la mini imu? L'importo medio ammonta a circa 30-40 euro; la tassa sarà pagata da 12,6 milioni di italiani.



Come si calcola la Mini Imu
? Fermo restando che sono disponibili moltissimi strumenti online di cui è consigliabile fare uso (ad esempio quello sul sito del Sole24Ore), per effettuare il calcolo Imu da soli abbiamo bisogno di conoscere prima di tutto la rendita catastale dell'immobile (reperibile sul sito dell'Agenzia del Territorio) e quella delle sue pertinenze.

I migliori video del giorno





Poniamo ad esempio che l'abitazione principale abbia una rendita catastale pari a 800 euro annue e le sue pertinenze 70, calcoleremo prima l'imposta dovuta con le aliquote stabilite dal comune (per esempio il 5,6%) e poi quella dovuta con l'aliquota dettata dalla Legge.



La formula è la seguente: rendita catastale rivalutata al 5% moltiplicata 160 per l'aliquota comunale. Non spaventiamoci: tradotto in numeri l'imposta dovuta con aliquote comunali è la seguente:



800 x 160 x 1,05 x 5,6/1000 = 752,64 euro abitazione principale

70 x 160 x 1,05 x 5,6/1000 = 65,85 euro pertinenze

Imposta dovuta con aliquota comunale = 752,64+65,85= 818,49 euro



A questo punto bisogna detrarre 200 euro per la prima casa e 50 euro per ogni figlio convivente minore di 26 anni.



Fatto ciò, bisogna ripetere il calcolo della mini imu utilizzando stavolta l'aliquota base del 4% (comprensivo sempre di detrazioni). A questo punto occorrerà fare la differenza tra l'importo dovuto con l'aliquota comunale e quello con l'aliquota base e calcolarne il 40%: sarà quello l'importo da pagare entro la scadenza 24 gennaio 2014.