Rimborsi Irpef 730, dal 2014 cambiano le procedure: con la nuova legge di Stabilità modifiche in atto per quel che riguarda i rimborsi Irpef 730 superiori a 4.000 euro. Tra le tante novità introdotte dalla nuova legge, arrivano anche due disposizioni contemplate ai commi 586 e 589 che riguardano l'erogazione dei rimborsi Irpef 730 che a partire dal 2014 non saranno più erogate dai Caf e controlli preventivi sui beneficiari.

Con le nuove norme in vigore dal 2014 infatti, sarà l'Agenzia delle Entrate e non più i Caf ad erogare direttamente il credito previsto per il rimborso 730 per gli importi superiori ai 4.000 euro. Sarà sempre la stessa Agenzia delle Entrate che, entro sei mesi dal termine previsto per la presentazione della domanda per la richiesta del rimborso Irpef 730, si occuperà di effettuare delle indagini preliminari sui beneficiari per verificare la sussistenza delle condizioni necessarie all'erogabilità del rimborso Irpef 730.

Non solo per ciò che attiene al rimborso, ma novità anche per le detrazioni Irpef 730 nella legge di Stabilità 2014: per quel che riguarda la compilazione del 730 nel 2014, c'è stato un aumento relativamente alle detrazioni sui figli: quelle per i figli di età superiore ai tre anni saliranno da 800 euro a 950 euro. Le detrazioni Irpef 730 per i figli minori di tale età salgono invece da 900 euro a 1.220 euro mentre si potranno aggiungere altre 400 euro di importo aggiuntivo in ambo le categorie in caso di disabilità, al posto delle vecchie 220 euro. #Detrazioni fiscali