Il #CUD 2014 sarà trasmesso ai lavoratori dipendenti entro il 28 febbraio 2014. La certificazione del datore di lavoro o del sostituto d'imposta contenente le somme percepite e le rispettive ritenute fiscali, verrà consegnata o in formato cartaceo o trasmessa in formato elettronico.



Il modello Cud verrà rilasciato per i successivi adempimenti a cui il contribuente dovrà adempiere in quanto titolare di reddito, #modello 730 o Unico.



Il Cud certifica:

• i redditi di lavoro dipendente o assimilati e di pensione percepiti nell'anno trascorso;

• le ritenute di acconto pagate dal datore di lavoro o dall'ente pensionistico;

• le detrazioni;

• i dati previdenziali e assistenziali del lavoratore e i contributi versati o dovuti dal datore di lavoro.



Qualora il lavoratore non abbia percepito altri redditi da sottoporre a tassazione non è necessaria alcuna dichiarazione, a condizione che il datore di lavoro abbia proceduto agli adempimenti corretti e il conguaglio delle imposte.



La dichiarazione, anche se non obbligatoria, potrebbe essere conveniente al lavoratore per portare in deduzione o detrazione una serie di spese e ottenere dei rimborsi, quindi anche se non obbligatoria è consigliabile in tali casi.

In queste situazioni anziché pagare il contribuire otterrebbe un credito d'imposta, potrebbe in tal caso ottenere una somma, come rimborso, o nel caso di errori compensare quanto dovuto e ricevere eventuali residui a credito.

I rimborsi verranno accreditati direttamente in busta paga o con il modello 730 situazioni particolari nel caso si tratti di dipendenti attualmente disoccupati ma che abbiano lavorato anno trascorso con bonifico.

Il Cud 2014 è pieno di novità che riguardano i bonus fiscali previsti per ricercatori e lavoratori rientrati in Italia dopo esperienze formative all'estero; gli incentivi di produttività; un aumento del 24% per detrazioni per erogazioni ad Onlus, partiti e movimenti politici; le novità introdotte per i Comuni alluvionati della Sardegna, riguardo la sospensione degli obblighi fiscali.

Come nell'anno passato, l'Inps metterà on line in via telematica il Cud 2014 mentre chi ne ha fatto richiesta potrà riceverlo in formato cartaceo.

I migliori video del giorno

Novità importanti da tenere d'occhio fino all'ultimo giorno: l'anno scorso molti disoccupati hanno perso il rimborso a credito, in quanto non è stato sufficientemente compreso che chi era disoccupato, ma aveva un Cud 2013 avrebbe potuto presentare il modello 730 situazioni particolari. Occhio! #modello Unico