#Tasi, Tari, Imu: tutte tasse che compongono la #Iuc, l'imposta unica sulla casa. Quali sono le aliquote 2014 Tasi prima e seconda casa e quando non si paga? Cerchiamo di rispondere a queste domande in maniera esaustiva onde fugare tutti i possibili dubbi.

Tasi prima e seconda casa 2014

La Tasi altro non è che la tassa sui servizi indivisibili comunali, il pagamento richiesto ai cittadini per alcuni servizi comunali molto importanti come la manutenzione delle strade cittadine, la pubblica illuminazione, ecc.. La Tasi sarà dovuta sia sulla prima che sulla seconda casa del proprietario di un immobile, con aliquote diverse.

Aliquote Tasi prima e seconda casa 2014

In particolare, come per l'Imu, si affida la scelta di decidere le aliquote Tasi 2014 ai comuni. In particolare i sindaci con apposite delibere potranno decidere delle aliquote Tasi prima casa e seconda casa, al 3,3 per mille uno e all'11,4 per mille, potendo anche scegliere di aumentarle fino al massimo, ossia lo 0,8 per mille. Il maggior gettito dovrà essere destinato solo ed esclusivamente a finanziare le detrazioni che, come per l'IMU, dovranno essere sempre decise per la Tasi dai Comuni.

Esenzione Tasi: i casi

In merito si ricorda la Tasi potrà ad esempio non essere pagata da chi non pagava l'IMU per motivi legati al reddito o alla situazione del proprio nucleo familiare. Esenzioni dal pagamento Tasi, così come riduzioni e detrazioni sono decise dai singoli comuni che dovranno sempre comunicarle tempestivamente ai cittadini a seguito dell'approvazione dell'apposita delibera comunale.

I migliori video del giorno

Scadenza Tasi 2014

La Tasi potrà avere scadenza semestrale con due rate con scadenza scelta dei comuni che possono anche optare per il pagamento in un'unica soluzione. 

Pagamento Tasi, F24 o bollettino

La Tasi potrà essere pagata con il modello di pagamento F24, per cui si attendono i codici tributo che dovranno essere decisi dall'Agenzia delle Entrate o con apposito bollettino inviato dai singoli comuni.