Importanti novità in tema di CUD 2014 INPS: l’ente pensionistico ha infatti diffuso una circolare all’interno della quale sono state elencate con precisione e dovizia di dettagli le nuove procedure di rilascio del documento. Rammentiamo sin da subito che il #CUD si caratterizza per l’essere la certificazione unica dei redditi da lavoro dipendente rilasciata a pensionati e individui che ricevano indennità o prestazioni economiche da parte dell’ente pensionistico.



Non figura certo fra le novità del CUD 2014 INPS, ma va comunque rammentato che l’invio cartaceo del modello direttamente all’indirizzo dell’interessato è stato sospeso da quasi due anni; da allora l’INPS stesso ha incoraggiato sistemi di rilascio alternativi, in primis la modalità di fornitura telematica che, vedremo tra poco, può essere assicurata in due diverse forme.





Cerchiamo allora di effettuare una panoramica completa sul CUD 2014 INPS, valutando quali siano le diverse modalità per richiedere i modelli cartaceo e online e quale sia il nuovo sistema di rilascio messo a punto dallo stesso ente.

CUD 2014 INPS: le nuove procedure di rilascio



Esistono numerose modalità ricorrendo alle quali è possibile richiedere il CUD 2014 INPS da parte delle categorie interessate: nonostante quanto sottolineato pocanzi, la più immediata è certamente rappresentata dal recarsi presso lo sportello fisico dell’ente. In alternativa è sempre consentito rivolgersi agli uffici di Poste Italiane, ai centri CAF abilitati e ai Patronati dello stesso ente pensionistico.



La circolare cui si faceva pocanzi cenno racchiude tutte le modalità mediante le quali è possibile richiedere il CUD 2014 INPS; a quelle già esposte, dobbiamo affiancare la possibilità di recarsi presso il proprio Comune di residenza, presso le altre PP.AA abilitate e presso lo sportello adibito al servizio della prestazione in favore di utenti che abbiano oltre 85 anni.



Come è possibile notare, l’ente del Commissario Conti ha voluto mantenere attivi tutta una serie di canali fisici utili al rilascio del CUD 2014 INPS, il tutto per andare incontro alla vasta categoria di utenti che non reca facoltà di accesso all’attrezzature informatiche (per disconoscenza o impossibilità d’acquisto).

CUD 2014 INPS: richiesta modello online



Come si faceva tuttavia cenno nell’attacco del pezzo, è la modalità di erogazione online quella sulla quale l’ente previdenziale ha puntato decisa in questi due anni; in particolare il CUD 2014 INPS può essere scaricato direttamente dall’utente interessato, chiamato ad effettuare il download del modello previo inserimento, all’interno della sezione ‘servizi per il cittadino’, di un codice Pin che lo stesso INPS rilascia su richiesta; una volta inserito il Pin ed effettuato l’accesso non bisognerà far altro che dar corso al download.



Oltre che accedendo in autonomia al sito dell’istituto, il CUD 2014 INPS può essere ricevuto anche mediante indirizzo PEC, il tutto a condizione che l’utente ne possegga uno e che lo comunichi per tempo allo stesso ente pensionistico.



Chi invece non fosse munito di PEC ma di casella elettronica tradizionale, riceverà comunque un email con la quale l’INPS informerà della possibilità di effettuare il download del CUD 2014 in autonomia, accedendo al portale online.



Come accennato, il CUD 2014 è indispensabile per la presentazione del modello 730, con l’Agenzia dell’Entrate che in considerazione dell’imminente scadenza riferita alla consegna del modulo ha provveduto ad aggiornare istruzioni e informativa presenti sul proprio portale online.



Sempre in tema di fiscalità, si avvicinano anche le scadenze relative allo spesometro 2014, con una prima dead line fissata al 10 aprile e valida per la comunicazione dei dati delle operazioni rilevanti ai fini IVA, e una seconda stabilita al 22 aprile e valida invece per tutte le altre tipologie di contribuenti.



#Dichiarazione dei redditi