La tassa sui rifiuti 2014 è la Tari ed insieme alla Tasi ed eventualmente all'IMU (se non ci si riferisce all'abitazione principale) va a comporre la Iuc, la nuova Imposta Unica Comunale sugli immobili. Vediamo qui il pagamento, le esenzioni e le riduzioni per la Tari 2014, i casi per i quali non si deve pagare.

Tari 2014, esenzioni e riduzioni

Come la Tasi, anche la Tari è disciplinata dai singoli Comuni che avranno la libertà di scegliere le date dei pagamenti, il numero di rate (minimo due, anche se il contribuente può scegliere il pagamento in una sola rata) e le entità delle detrazioni. AGGIORNAMENTO venerdì pomeriggio: Pagamento Tasi e Tari in due rate, è ufficiale; novità aliquote, detrazioni, esenzioni.

Infatti le più recenti norme varate da Governo e Parlamento prevedono che non ci sia più il limite del 7% del costo del servizio di raccolta rifiuti, che era il massimo consentito da mettere nel bilancio comunale come autorizzazione di spesa: questo quindi dà libertà alle singole amministrazioni di decidere le riduzioni e le esenzioni per la tassa sui rifiuti Tari 2014.

Non ci sono limiti di legge alle riduzioni della Tari, a differenza della Tarsu che al massimo le aveva al 30%; il primo criterio è il reddito ISEE ovviamente, poi ci sono riduzioni-agevolazioni-esenzioni Tari non dipendenti da questo parametro: per i singoli occupanti di un'abitazione, per gli stagionali che vivono in affitto, per chi vive in affitto ma sta almeno sei mesi all'estero, per i fabbricati rurali ad uso abitativo.

I migliori video del giorno

Attenzione però: i minori introiti derivanti da tali esenzioni o riduzioni per la Tari 2014 possono essere coperti con aumenti per gli altri contribuenti.

Chi deve pagare la Tari 2014

Essendo una tassa sui rifiuti, la Tari va pagata da chiunque occupi o conduce locali, immobili, case, negozi... (ovviamente fatte selve le suddette eccezioni).

Non si paga la Tari su aree scoperte pertinenziali o accessorie non operative, sulle parti comuni di un edificio non detenute od occupate in via esclusiva. A titolo di esempio: cortili, giardini, tetti, scale, posteggi condominiali.