Il Governo Renzi nella figura del Ministero del Tesoro e di comune accordo con il presidente dell'ANCI, il Sindaco di Torino PD, Piero Fassino, hanno già comunicato che per i comuni che hanno deliberato le aliquote entro il 23 maggio, i cittadini avranno come data di riferimento della scadenza di pagamento della prima rata Tasi 2014 quella del 16 giugno 2014.

Invece, per tutti gli altri comuni che sono andati fuori tempo massimo, la data di scadenza per il pagamento della TASI 2014 è posticipata al 16 ottobre. Come spesso accade a causa della disorganizzazione degli Enti Locali del Sud Italia, il pagamento del 16 giugno, riguarderà una percentuale di comuni fra Sicilia, Puglia, Basilicata, Campania, Lazio, Calabria, Molise e Abruzzo, che per ognuna di queste Regioni, non supera il 3,9%, addirittura solo lo 0,5% in Sicilia (come riportato dal Sole24Ore).

La percentuale maggiore riguarderà i contribuenti della Valle D'Aosta (74,3%), e dell'Emilia Romagna (47,9%): in tutte le altre Regioni i comuni interessati saranno meno del 30%. Dunque per tutti gli altri cittadini che si trovano nella maggior parte dell'Italia la scadenza si è spostata al 16 ottobre 2014.

Si attende però una conferma ufficiale a tutti gli effetti, perchè in un primo momento si era parlato di scadenza della TASI 2014 slittata al 16 settembre, ma se sarà settembre o ottobre, lo sapremo presto, anche perchè non sarebbe comunque imminente.

C'è da ribadire che in ogni caso, si tratta del primo acconto: 16 giugno, 16 settembre o 16 ottobre che sia, il secondo acconto dovrà comunque essere versato entro il 16 dicembre 2014. Dare tutto per certo al 100% è oggi un'utopia con il sistema legislativo così confuso, dove il Governo cambia spesso le disposizioni e dunque anche le date.

I migliori video del giorno

Altra cosa da sottolineare è la spesa per le seconde case. Alla Tasi, infatti, bisogna accorpare l'imu, il che significa che il pagamento resta ancorato alla scadenza del 16 giugno 2014. Tornando alla prima casa, le due rate fra primo acconto e conguaglio finale dovrebbero essere pagate in parti (somme) uguali.

Attendiamo altri aggiornamenti sulla TASI 2014, confermando per ora, che oltre alla data prestabilita per il 16 giugno per la prima rata o acconto, secondo le ultime news, il termine verrà spostato al 16 ottobre o al 16 settembre.