È ormai allarme, quello sulla prossima scadenza Tasi 2014: a Roma, Milano e Firenze sia per prima e per seconda casa i contribuenti non hanno momentaneamente motivo di agitarsi, il termine non è così imminente. La scadenza del 16 giugno prossimo è infatti prevista solo per quei comuni dove le giunte comunali hanno deliberato entro i tempi le regolamentazioni richieste. Vediamo allora quali sono le scadenze Tasi 2014 a Roma, Milano e Firenze per prima e seconda casa.

Scadenza Tasi 2014 a Firenze prima casa e seconda

La giunta del comune di fiorentino, ha adottato un rinvio un po' particolare. Nella fattispecie, la scadenza Tasi 2014 a Firenze per la seconda casa o tutti gli immobili diversi dalla prima abitazione non di lusso è fissata al 16 ottobre prossimo; per quel che riguarda invece le abitazioni principali, al pari di tutti i comuni che non rispetteranno la scadenza del 10 settembre per deliberare, la scadenza Tasi 2014 a Firenze per la prima casa è prevista in data 16 dicembre in un unica soluzione.

Scadenza Tasi 2014 a Roma prima casa e seconda

Nella capitale, malgrado manchi la delibera, sono state già concordate le aliquote: 2,5 sulle prime e 11,4 sulle seconde case. Diversamente dal capoluogo toscano però le scadenze Tasi 2014 a Roma per prima e seconda casa sono coincidenti. Quando e quanto si pagherà? La prima parte, l'acconto, dovrà essere pagato entro la data del 16 ottobre, a condizione che la delibera pervenga al Ministero entro il 10 settembre prossimo. In caso contrario sarà necessario pagare entro il 16 dicembre con l'aliquota base dell'1 per mille.

Scadenza Tasi 2014 a Milano prima casa e seconda

Come anticipato, anche Milano rientra nei comuni "ritardatari" che beneficeranno del rinvio e come per Roma, le aliquote previste per effettuare il calcolo e sapere quanto pagare sono state già fissate.

I migliori video del giorno

Lo stesso dicasi per il termine entro cui adempiere all'obbligo: la scadenza Tasi 2014 a Milano per prima e seconda casa è fissata, salvo ennesimo rinvio per mancanza di delibera al 10 settembre, al 16 ottobre prossimo.