Sulla #Tasi, la nuova tassa sui servizi indivisibili comunali, si è detto molto, soprattutto in merito alla confusione sui tempi per il pagamento, ennesimo 'pasticciaccio' all'italiana che non fa altro che alimentare malumore tra chi dovrà pagare, già malvolentieri, questo nuovo balzello introdotto dal Fisco. Vediamo almeno di fare un pò di chiarezza per quanto riguarda il calcolo dell'imposta.



Tasi 2014, calcolo dell'imposta, prima e seconda casa

Cominciamo subito col dire che gli italiani potranno rivolgersi al proprio commercialista, ai Caf (centri di assistenza fiscale) oppure attraverso i numerosi servizi online, attraverso i quali sarà semplice effettuare il calcolo dell'imposta dovuta.

Per ottenere l'importo da versare, occorrerà procedere alla rivalutazione della rendita catastale dell'immobile per una percentuale pari al cinque per cento. 

Il risultato ottenuto andrà moltiplicato per il coefficiente relativo al proprio immobile (nel caso, ad esempio, si trattasse della propria abitazione, il coefficiente è 160).

Su questa cifra, il contribuente andrà ad applicare l'aliquota indicata dal Comune sulle abitazioni principali o su altre tipologie di immobili.

Nel caso in cui la Tasi debba essere calcolata sulla prima casa, non dimentichiamoci di sottrarre le detrazioni che ogni singolo comune ha previsto in questi casi.



Tasi 2014, come e dove si paga l'imposta

Il contribuente ha due possibilità per quanto riguarda il pagamento della Tasi: il modello F24 oppure un semplice bollettino postale.

Per quanto riguarda il modello F24, si andrà a compilare l'apposita sezione 'Imu e altri tributi' dove verranno indicati tutti i dati relativi all'immobile. Per quanto riguarda i codici del tributo, ecco, qui di seguito, quali sono quelli relativi alle varie tipologie di immobili:

  • 3958, se si tratta dell'abitazione principale
  • 3959 se riguarda fabbricati rurali
  • 3960 se si tratta di aree fabbricabili
  • 3961 se invece riguarda fabbricati adibiti ad altro uso
Nel caso in cui si scegliesse di pagare attraverso un bollettino postale, si possono usare quelli già precompilati indicanti il numero di conto 1017381649 e recanti apposita dicitura Tasi. Il contribuente dovrà poi completare il bollettino indicando i propri dati anagrafici e quelli dell'immobile a cui si fa riferimento. Il pagamento può essere effettuato recandosi in un qualsiasi ufficio delle Poste italiane oppure anche online.