Il Fisco italiano, come senz'altro saprete, concede la possibilità di rateizzare le tasse riguardanti Irpef, Irap, Inps e Iva, riconducibili al modello 730 e al Modello Unico 2014. Vediamo come ciascun contribuente può affidarsi a questo strumento messo a disposizione dal legislatore.


Modello 730 e Unico, Irpef, Irap, Inps e Iva: come effettuare il pagamento dilazionato 

Premesso che per il pagamento delle imposte andrà utilizzato il modello di versamento F24, i soggetti titolari di partita Iva provvederanno ai loro adempimenti in via telematica (servizio telematico per le dichiarazioni fiscali, home banking bancario o delle Poste, remote banking etc...)
Tutti coloro che, invece, non sono titolari di partita Iva possono utilizzare i servizi online messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate, dai servizi bancari o postali, oppure provvedere a versare quanto dovuto utilizzando i modelli cartacei messi a disposizione dalle banche convenzionate, uffici postali, etc..


Modello 730 e Unico, Irpef, Irap, Inps e Iva: codici tributo

La compilazione del modello F24 dovrà indicare, oltre ai consueti dati anagrafici, anche i codici del tributo per il quale si sta versando l'acconto oppure il saldo; per il versamento si potranno utilizzare, oltre al denaro contante e ai vari tipi di assegni e vaglia, i vari sistemi di pagamento elettronico come il Bancomat e il Postamat.
Per quanto riguarda il piano di rateizzazione delle imposte, occorre naturalmente tener presente degli interessi passivi: se la prima rata è stata versata a giugno, l'importo rimarrà invariato, visto che non sono logicamente previsti interessi.
Per quanto riguarda i codici tributo più utilizzati, ecco alcune indicazioni: per il pagamento dell'Irpef si deve indicare 4001 se si tratta del saldo, 4033, per l'acconto relativo alla prima rata e il 4034 se si tratta dell'acconto seconda rata oppure dell'unica soluzione; per il saldo dell'Iva annuale, il codice è il 6099; per l'addizionale comunale, il 3844, mentre per l'acconto il codice da indicare sarà il 3843. Per l'addizionale regionale il 3801.