L'estate sta finendo e un bel po' di Italiani di rientro dalle vacanze si troveranno a fare i conti con una serie di nuove tasse da pagare che di sicuro renderanno più leggero il nostro portafoglio. Stando alle ultime previsioni effettuate dalle associazioni dei consumatori in queste ore, tra settembre e novembre 2014 le famiglie italiane si troveranno a dover fare i conti con una spesa di 1900 euro che serviranno per il pagamento delle tasse, tra cui la #Tasi 2014, bollette in generale (luce, acqua, riscaldamento) e scuola. Una spesa davvero insostenibile, denunciano le associazioni che in queste ore sono scese in campo in difesa dei diritti dei consumatori italiani.

L'imposta che provocherà una bella stangata al portafoglio degli Italiani è sicuramente la Tasi.

Tasi 2014, arriva una bella stangata: ecco chi deve pagare

Come vi dicevamo è in arrivo una bella stangata dal punto di vista economico per il pagamento della Tasi sulla prima casa: in media, infatti, le famiglia italiane che saranno chiamate al pagamento dell'imposta dovranno sborsare in media 230 euro. Il Governo si è prefissato di incassare dal pagamento della Tasi 2014 ben 40,5 milioni di euro nel 2014, che si vanno ad aggiungere ai 127 milioni e mezzo che si stima arrivino dall'Imu e agli 89 milioni che arriveranno dal pagamento della tassa sui rifiuti.

Chi pagherà la Tasi 2014: vi ricordiamo che la Tasi verrà applicata ai soli immobili, situati sul territorio comunale, che non sono assoggettati all'Imu. Questo quindi significa che bisognerà pagare la Tasi sulla prima abitazione e relative pertinenze e solo se accatastata A2, A3, A4, A5, A6 e A7.Le abitazioni signorili, le ville e i castelli sono soggetti al pagamento dell'Imu.

I migliori video del giorno

La prima rata della Tasi, ossia la rata di acconto, pari al 50% del totale va pagata entro e non oltre il 16 ottobre 2014: nel caso in cui il pagamento venisse effettuato nelle settimane successive al termine fissato potreste essere soggetti al pagamento di una mora. La seconda rata della Tasi, ossia il pagamento del rimanente 50% del totale va pagato entro il 16 dicembre 2014. C'è anche la possibilità di pagare la Tasi in un'unica rata. Per calcolare a quanto ammonta l'importo da pagare per la Tasi 2014 sul web potete consultare il sito amministrazionicomunali.it, dove inserendo i vari dati che vi verranno richiesti potrete calcolare non solo la Tasi ma anche l'Imu 2014 e stampare in modo diretto il modello F24.