L'Agenzia delle Entrate mette in guardia i contribuenti in merito ad un nuovo tentativo di truffa telematica, via posta elettronica. Sta infatti circolando un messaggio che, avente all'interno il logo dell'agenzia delle entrate, utilizzato in maniera indebita e truffaldina, fornisce delle 'linee guida' in allegato su come evitare i controlli fiscali attraverso lo strumento del redditometro. Trattasi di una falsa e-mail che l'Agenzia delle Entrate invita, se ricevuta, a cestinare evitando di aprire l'allegato, un file word che contiene un virus che può mettere a rischio la sicurezza del computer. In concomitanza con l'ennesimo tentativo di truffa legato a questioni fiscali, l'Agenzia delle Entrate con una nota ha ribadito ancora una volta di essere completamente estranea a questi messaggi che mirano spesso, da parte dei malintenzionati, ad acquisire in maniera illecita i dati personali dei cittadini. Quella telematica relativa a presunte 'linee guida' sul redditometro è solo una delle tante truffe legate al Fisco. In passato l'Agenzia delle Entrate ha più volte messo in guardia i contribuenti anche dalle false e-mail legate ai rimborsi fiscali. Nei messaggi truffaldini il cittadino viene invitato a compilare online un modulo oppure ad inviare i propri dati sensibili rispondendo all'email quando invece la procedura sui rimborsi corretta segue due uniche strade: rivolgersi direttamente agli Uffici dell'Agenzia delle Entrate presenti sul territorio; oppure collegarsi al sito Internet dell'Agenzia delle Entrate accedendo con le proprie credenziali ai servizi telematici di Entratel - Fisconline.

Massima attenzione anche ai tentativi di truffa legati alle pubblicazioni del Fisco. E' un truffatore chi telefona a casa vendendo le Guide dell'Agenzia delle Entrate o proponendole porta a porta. Questo perché le Guide dell'Agenzia delle Entrate sono sempre gratuite e ritirabili presso gli Uffici del Fisco, oppure si possono scaricare online in pdf dal sito dell'Amministrazione finanziaria dello Stato.