Presentiamo una mini guida alle aliquote Tasi 2014 a Latina, Padova, Lecce e Monza e le info su come pagare la tassa sui servizi ed entro quando. La scadenza della Tasi nel comune di Latina, di Padova, di Lecce e di Monza è fissata al 16 ottobre per la prima rata e al 16 dicembre per la seconda, pertanto ai residenti restano pochi giorni per calcolare l'importo Tasi della rata d'acconto e versarla. Per il giusto calcolo è fondamentale conoscere aliquote e detrazioni comune per comune, vediamo allora cosa hanno deliberato le amministrazioni locali al riguardo. Nel comune di Latina l'aliquota Tasi sulla prima casa è al 3,3 per mille, con detrazioni strutturate come segue: 80 euro per immobili con rendite fino a 350 euro e 40 euro per immobili con rendite fino a 500 euro.

Tra le detrazioni Tasi a Latina troviamo anche 25 euro per ciascun figlio a carico under 26 e 5 euro per ogni figlio disabile. Nel comune di Lecce l'aliquota Tasi è al 2,5 per mille e sono presenti sconti basati sulle categorie catastali. Tra le detrazioni Tasi a Lecce abbiamo 50 euro per le case in categoria A/3 e 100 euro per quelle nelle categorie A/4 e A/5. Gli importi citati vengono raddoppiati se nelle famiglie in questione sono presenti portatori di handicap in situazione di gravità con indennità di accompagnamento. Nel comune di Monza la Tasi 2014 ha aliquota sull'abitazione principale al 2,5 per mille, come per il capoluogo di provincia salentino, ma in questo caso le detrazioni sono di 60 euro per gli edifici con rendita pari o inferiore a 300 euro. Nel comune di Padova l'aliquota Tasi è stata invece fissata al 2,7 per mille e non esistono detrazioni, ma attenzione, poiché sono invece previste a Padova esenzioni Tasi per gli immobili con rendita catastale pari o inferiore a 600 euro di valore.

I migliori video del giorno

Come pagare la Tasi nei comuni sopra citati? Come nel resto d'Italia i metodi di pagamento della Tasi sono tre: bollettino postale, modello F24, servizi di home banking. Ricordiamo che spetta al sempre vessato contribuente calcolare l'importo da versare per ogni rata, pertanto è bene armarsi di pazienza e prestare molta attenzione durante i calcoli. È possibile calcolare la Tasi online, come spiegato nel precedente articolo, ma consigliamo comunque di ricontrollare i risultati calcolando "manualmente" il tributo da versare secondo la seguente procedura: si moltiplica la rendita catastale per 1,05 per rivalutarla, poi la si moltiplica per i coefficienti fissi per tipologia immobiliare (160 per case e pertinenze), la si moltiplica ulteriormente per l'aliquota in millesimi e si sottrae al numero ottenuto l'importo delle detrazioni spettanti (nel caso se ne abbia diritto), quindi è fondamentale ricordare che per il pagamento della rata d'acconto è dovuto la metà dell'importo risultante dal calcolo, mentre l'altra metà dovrà poi essere versata a dicembre.