Quali sono le aliquote Tasi 2014 a  Firenze, Foggia, Como e Cesena sulla prima casa? E le detrazioni comune per comune? Ecco le informazioni essenziali per il pagamento della tassa sui servizi indivisibili da effettuare entro il 16 ottobre (rata d'acconto), con alcuni casi particolari quali la solidarietà passiva e la doppia occupazione cui è giusto prestare non poca attenzione. Nel comune di Firenze la #Tasi 2014 ha aliquota sull'abitazione principale al 3,3 per mille, e come sempre nei casi in cui i comuni deliberano aliquote al massimo, sono presenti delle detrazioni. Le detrazioni Tasi nel comune di Firenze variano in base alla rendita catastale e alla presenza di figli: abbiamo 170 euro di sgravio per immobili con rendita fino a 300 euro, 140 per rendite fino a 500 euro, 100 per rendite fino a 700 euro (non poco, in confronto ad altre città).

Abbiamo poi 70 euro di detrazioni Tasi per rendite tra 700 e mille euro e 30 euro di sconto per rendite tra mille e 1200 euro, più 25 euro di sconto per ciascun figlio inferiore ai 26 anni di età. Nel comune di Foggia la Tasi 2014 ha aliquota al 3,3 per mille. Le detrazioni a Foggia variano come segue: tra 251 e 300 euro di rendita catastale sono pari a 100 euro, da 351 a 450 sono pari a 50 euro, ma tali sconti sono validi solo se il contribuente ha un reddito ISEE di massimo 15 mila euro. Attenzione inoltre alle esenzioni Tasi a Foggia: nulla è dovuto per immobili con rendita pari o inferiore a 250 euro. Nel comune di Como la Tasi ha aliquota sulla prima casa al 3,3 per mille e detrazioni strutturate come segue:

  • Immobili con rendita fino a 400 euro, 155 euro di detrazione
  • Per rendite tra 400 e 500 euro 130 euro di detrazione
  • Per rendite tra 500 e 650 euro 120 euro di detrazione
  • Per rendite tra 650 e 750 euro 90 euro di detrazione
  • Per rendite tra i 750 e i 900 euro sconto di 50 euro.

Infine nel comune di Cesena la Tasi ha aliquota al 3,3 per mille e detrazioni estremamente complesse (si parla di ben 60 scaglioni), che variano a seconda del reddito ISEE.

I migliori video del giorno

Per redditi ISEE inferiori a 7500 euro è prevista l'esenzione totale dal pagamento della tassa, per il lungo schema completo delle detrazioni nel comune di Cesena rimandiamo invece alla delibera ufficiale pubblicata sul sito del MEF.

Nei comuni di Firenze, Como, Cesena e Foggia la Tasi 2014 può presentare alcuni nodi difficili da districare. Cosa specifica la legge, per esempio, in caso di doppia occupazione di un immobile o per la solidarietà passiva? Vediamo di capirlo insieme. La solidarietà passiva opera separatamente per possessori e detentori e di conseguenza il proprietario dell'immobile non può essere considerato responsabile nel caso in cui il detentore non provveda a pagare la tassa; tuttavia l'imposta non versata da un possessore (o detentore) può essere richiesta dal comune a uno degli altri possessori (o detentori). In caso di doppia occupazione di un immobile, cioè di occupazione da parte del proprietario e di altri soggetti (che possono essere i figli comproprietari o la colf o anche il partner convivente), la Tasi dovrà essere pagata dal solo proprietario.