Tra poco più di una settimana oltre 14 milioni di contribuenti dovranno versare la prima rata della #Tasi 2014, la Tassa sui Servizi Indivisibili: la procedura di calcolo e pagamento della Tasi 2014 coinvolgerà una grossa fetta dei contribuenti d’Italia, basti pensare che sui circa 8000 Comuni della penisola quasi 6000 saranno chiamati al versamento del 50% dell’imposta da dover effettuare, lo ricordiamo, entro il 16 ottobre (circa 2000 hanno già pagato la prima rata della Tasi 2014 a giugno, i territori situati nella provincia di Bolzano seguono un regime normativo differenziato mentre 190 amministrazioni non hanno provveduto a deliberare aliquote e detrazioni entro il termine del 10 settembre).

Parlando di pagamento Tasi 2014 rilevano a nostro avviso due elementi fondamentali: il calcolo del tributo e la compilazione del modello F24 necessario per effettuare il versamento. Andiamo dunque ad analizzare passo dopo passo i passaggi necessari per effettuare il calcolo della Tasi 2014 avendo poi cura di soffermarci sulla compilazione del modello F24 e sul quadro delle delibere approvate da Roma Capitale.

Pagamento Tasi 2014, compilazione modello F24 e calcolo: il quadro e le delibere di Roma - Detrazioni capitoline parametrate alla sola rendita catastale

Il calcolo della Tasi 2014 non è complesso ma certo si tratta di un’operazione delicata: una volta assunta la rendita catastale come valore fondamentale è necessario rivalutarla al 5% e dunque moltiplicarla per 1,05. Dopo di che bisogna moltiplicare la risultanza per un coefficiente che varia da immobile a immobile e che per le abitazioni è pari a 160, moltiplicare nuovamente il tutto per le aliquote Tasi 2014 stabilite dai Comuni e infine scomputare le detrazioni. Considerato che la procedura di calcolo della Tasi 2014 non risulta particolarmente complessa in molti hanno deciso di non affidarsi ai centri CAF procedendo in autonomia: il consiglio a questo proposito è quello di avvalersi del software online configurato a margine del portale Web di amministrazionicomunali.it. Oltre a guidare il contribuente nella procedura di calcolo della Tasi 2014 e a mettere a sua disposizione il dettaglio delle delibere approvate nei singoli Comuni d’Italia, il portale offre infatti la possibilità di compilare online il modello F24 seguendo una procedura guidata. Di volta in volta il sistema mostra all’utente quale spazio debba essere riempito e come conducendo così sino all’ultimo passaggio coincidente con la creazione di una copia del modello F24 in formato PDF. Per quanto riguarda il dettaglio di aliquote e detrazioni Tasi 2014 deliberate dai singoli Comuni, analizziamo nello specifico il caso di Roma Capitale, dove non si è optato per l’aliquota massima ma si è comunque previsto un range di detrazioni Tasi 2014 non particolarmente ampio. L’aliquota Tasi 2014 per le prime case di Roma è fissata al 2,5 per mille, lo schema delle detrazioni non prevede invece agevolazioni per figli a carico:



  • 110 euro per immobili con rendita catastale fino a 450 euro;
  • 60 euro per rendite catastali da 450 a 650 euro;
  • 30 euro per rendite catastali tra 650 e 1500 euro.



Se desiderate rimanere aggiornati su Tasi 2014 e imposte in generale vi invitiamo a cliccare il tasto ‘Segui’ in alto a destra.