Mancano sempre meno giorni al 16 ottobre 2014, giornata molto importante dal punto di vista fiscale visto che molti italiani saranno chiamati al pagamento della prima metà della Tasi, tassa introdotta con la Legge di Stabilità che si riferisce a tutti i servizi indivisibili che lo stato riserva ai propri cittadini (pulizia strade, manutenzione e molto altro ancora). Il pagamento dell'imposta nel mese di ottobre è obbligatorio per tutti i comuni in cui non è stata versata ancora alcuna somma mentre per saldare definitivamente il debito, tutti gli italiani sono chiamati al pagamento della seconda rata entro il prossimo 16 dicembre. Per il calcolo dell'ammontare della Tasi 2014 sarà necessaria una rivalutazione del 5% rispetto alla rendita catastale, la moltiplicazione del risultato per un coefficiente prestabilito e la successiva applicazione dell'aliquota comunale.

Alla somma così ottenuta è importante sottolineare come siano ancora da sottrarre le diverse detrazioni ; il risultato rappresenta la quota totale della Tasi 2014 e per questo motivo per definire l'ammontare della prima rata è necessario dividere per 2. Sarà possibile saldare la cifra attraverso bollettino postale o modello F24.

Tari ed Imu 2014: scadenze, modalità pagamento ed info su calcolo.

La Tari, tassa sui rifiuti che sostituisce la vecchia Tares, verrà pagata in due diverse rate entro fine dicembre 2014 ma le precise scadenze dipenderanno da comune a comune e saranno comunicate a tutti i cittadini attraverso l'invio della documentazione ufficiale presso le abitazioni. L'imposta, calcolata sia in base alla metratura sia in base a superfici calpestabili, dimensione totale e persone che abitano l'immobile, dovrà essere saldata attraverso modello F24.

I migliori video del giorno

Il calcolo Imu, imposta obbligatoria per tutti i proprietari di seconde case o abitazioni di lusso, risulta più complesso e dovrà tenere conto dell'imposta ricalcolata e della detrazione della somma già pagata durante l'estate. Tutti gli interessati dovranno saldare la seconda rata entro il 16 dicembre.