Arrivano ancora cattive notizie per gli automobilisti italiani che sicuramente al momento rappresentano una delle categorie più tartassate dallo Stato, in questo dato momento storico. Secondo quanto trapela dai bene informati, a breve è previsto un cambiamento che sicuramente non farà felici i possessori di auto in Italia. Si tratta di un aumento medio del #Bollo auto di circa il 12% su quanto pagato lo scorso anno. Ovviamente l'aumento e il valore complessivo del pagamento da effettuare dipende principalmente dall'età della macchina, che come sappiamo più è vecchia maggiore sarà il pagamento richiesto. Molto comunque dipende anche dalla cilindrata e dal valore relativo alle emissioni inquinanti.

La decisione finale sulla percentuale di aumento del Bollo comunque spetta alle Regioni e alle Provincie.

La nuova legge prevede anche diverse ipotesi di esenzione dal Bollo. La prima e sicuramente una tra le più eclatanti è quella che riguarda le auto elettriche, le quali infatti per i primi 5 anni dalla loro immatricolazione non pagano alcun Bollo. Nei successivi anni invece pagheranno solo un quarto di quanto dovuto normalmente. Altra esenzione importante è quella che riguarda i ciclomotori e i motocicli, anch'essi esentati per 5 anni salvo poi dover pagare l'intero bollo dal sesto anno in poi. Avvantaggiati anche i possessori di vetture con motori Gpl o Metano che pagano solo un quarto del normale bollo dovuto. Questo per incentivare l'uso di tali tecnologie che consumano e inquinano meno.

I migliori video del giorno

Non pagano il Bollo nemmeno le auto storiche che hanno raggiunto i 30 anni di età. Mentre da quest'anno le auto che hanno tra i 20 e i 30 anni pagano il Bollo se non sono iscritte al registro Asi che garantisce la loro storicità. Infine sono esentati dal pagare il Bollo i veicoli destinati a coloro che sono portatori di Handicap o disabili o i loro accompagnatori. L'esenzione si applica solo ad un'auto per persona ed è la richiesta necessità di apposita domanda da presentare agli uffici preposti.