Una delle principali novità della stagione dichiarativa precompilata 2016 è che l'Unico PF precompilato può essere utilizzato da persone fisiche che non compilano il modello Iva, non soggette a studi di settore, e che non hanno redditi da partecipazione. Questa importante novità fiscale riguarda 10 milioni di contribuenti, contro 20 milioni che riceveranno il modello 730 precompilato. L’obiettivo è quello di permettere ai contribuenti di dialogare direttamente con l’Agenzia fiscale, ma è ancora ben lontano dal realizzarsi. Con Unico PF verrà indicato al contribuente un percorso da seguire dopo aver risposto a delle domande del sistema. Egli può scegliere se completare la dichiarazione ex novo o utilizzare già i dati presenti nel precompilato.

E' disponibile già dal 15 aprile, può essere trasmesso dal 2 maggio al 30 settembre. L’Unico precompilato sarà soggetto ai controlli dell’#agenzia delle entrate. Allo stesso modo del 730 precompilato, l’Unico precompilato può essere modificato con una dichiarazione correttiva da presentare entro il 30 settembre, sia dopo con una dichiarazione integrativa. Si può anche annullare tale dichiarazione purché non sia iniziata la fase di liquidazione della stessa.

Quali dati conterrà l’Unico PF precompilato?

L’unico PF precompilato conterrà molti dati che sono già contenuti nel 730 precompilato, come i redditi agrari e dei fabbricati; familiari a carico; oneri rateizzati; redditi da lavoro dipendente e di pensione; contributi versati per i lavoratori domestici e quelli versati alla previdenza complementare.

I migliori video del giorno

Ci saranno le spese mediche, le spese scolastiche e universitarie, spese funebri, gli interessi passivi per mutui, bonus ristrutturazioni. Andranno inserirti altri dati, come quelli relativi ai redditi d’impresa, di lavoro autonomo, esteri; da partecipazione; da trust. Ricordiamo che dato che per l’Unico non ci sono riferimenti normativi, resta un punto interrogativo su quali siano le eventuali ripercussioni in caso di accettazione con modifiche e mancata accettazione. Per quanto riguarda l’accesso occorre utilizzare le credenziali rilasciate per i servizi telematici dell’Agenzia, compreso il codice PIN. Le credenziali possono essere richieste: con Smart Card/CNS, con il PIN dispositivo dell’INPS, sul sito dell’Agenzia, mediante lo SPID.

Entratel presto sparirà

Mentre l’Agenzia delle Entrate a breve renderà disponibile la dichiarazione precompilata PF relativa ai redditi 2015, un'altra novità assoluta è legata alla prossima scomparsa del sistema Entratel, la piattaforma telematica dell’Agenzia.

Verrà sostituita con Desktop telematico, applicazione già presente, più semplice ed immediata. Tale applicazione è compatibile con il sistema informatico java e si aggiornerà in automatico. Entratel è operativa da più di 10 anni, ed è abituata a contenere le informazioni fiscali di tutti i contribuenti italiani. Ci sarà quindi un trasferimento dei dati da Entratel alla nuova piattaforma. Benché le software house hanno manifestato non pochi timori, l’Agenzia è decisa ad andare avanti e annuncerà a breve il calendario degli aggiornamenti. C'è da dire che in questi giorni si è già registrato un vero e proprio ‘black out’ del funzionamento di Entratel. Per restare aggiornati su tali argomenti potete premere il tasto segui accanto al mio nome. #modello Unico #Dichiarazione dei redditi