L'esenzione del Canone Rai è a disposizione degli italiani che posseggono le necessarie condizioni per richiederlo. Se non si detiene infatti una televisione può essere avviata la procedura per ottenere la totale esenzione dal canone rispettando i termini fissati dall'agenzia delle entrate. C'è tempo fino al 31 dicembre, nonostante la scadenza effettiva sia fissata per il 31 gennaio, per non vedersi addebitato l'importo della tassa odiata dai contribuenti italiani. Compilando l'apposito modulo nell'arco dei prossimi dieci giorni si eviterà di dover chiedere un rimborso de corrispettivo pagato per la prima rata dell'anno nuovo, operazione che potrebbe implicare una serie di complicazioni, evitata solamente dal formulare la richiesta cartacea (sino al 20) ed online entro e non oltre il 31 di Dicembre.

Canone Rai: come ottenere l'esenzione

Il canore Rai può essere evitato esclusivamente se non si possiede alcun apparecchio televisivo, considerato che in caso contrario in automatico l'Agenzia delle Entrare collega l'utenza elettrica al possesso della tv, costringendo dunque il contribuente al pagamento Rai. La tassa del canone è suddivisa in 10 piccole rate, aggiunte al totale della bolletta elettrica. Mensilmente dunque, al pari di imposte e consumo elettrico, gli italiani vedono sottratto l'importo dovuto per la detenzione del televisore all'interno della propria dimora. Se non si possiede l'accessorio bisogna fare esplicita richiesta all'Agenzia delle Entrate [VIDEO] con tanto di dati personali e indicazioni veritiere in merito all'apparecchio non posseduto. Chi è in affitto o subentra ad un parante che utilizzava la tv, automaticamente dovrà pagare l'importo dovuto, salvo la presentazione del cambiamento di possesso tramite l'apposito modello.

Ecco cosa sapere sul canone tv

L'esenzione del canone Tv va chiesta secondo le metodologie proposte dalla legislatura. Le due vie consigliate sono quelle di recarsi virtualmente sul sito web dell'Agenzia delle Entrate, oppure su quello della Rai [VIDEO], dove si potrà stampare il modulo da compilare successivamente per attestare che non si possiede alcun televisore. Chi non riesce a trovare il documento può chiederne una copia al CAF della zona, o provare a fare inviare al commercialista la richiesta tramite PEC. Anche presso le Poste italiane è possibile procurarsi la documentazione necessaria, identica a quella ricevuta presso l'Agenzia delle Entrate. Qualsiasi via si scelga, questa non deve oltrepassare, come ricordato all'inizio, la data del 31 dicembre 2017: si dovrà allegare alla domanda il documento di riconoscimento e spedire il necessario all'Agenzia delle Entrate via raccomandata.