Si parla molto del problema Pensioni e delle prossime riforme che lo riguardano. Il tutto deve essere modificato per riuscire a garantire un pensionamento, ai lavoratori, adeguato alle aspettative di vita. La richiesta da parte della Cgil è di abbassare l’età pensionabile a 62 anni con 40 anni di contributi versati.

La risposta da parte di M5s-Lega è quella di puntare sull’attuazione della Quota 100 e 41. Una soluzione del tutto provvisoria con costi elevatissimi che si rifletterà sulle famiglie italiane.

Pubblicità
Pubblicità

Problematiche

Purtroppo, dichiarano i sindacati e la Cgil in particolare, le risorse economiche non sono sufficienti per riuscire a dare il via libera alle richieste delle Quote pensionistiche. Le tempistiche delle domande sono troppo lunghe e complicate.

Una manovra dai costi stimati in almeno 500 milioni di euro, secondo l’Inps, soldi che non ci sono. Far partire questa iniziativa vorrebbe dire colpire direttamente i cittadini e aumentare il debito pubblico.

Pubblicità

Per avvalorare questa problematica la Codacons dichiara, in base ai calcoli rilevati dall’Istat, che la spesa per reperire i fondi si riverserà sui cittadini. In modo particolare, ad essere colpite, saranno le famiglie italiane con una spesa di 337 euro mensili. Le Tasse aumentate verranno riposizionate in beni e servizi di uso comune, come l’accisa sulla benzina, acquisto di beni primari, tagli a sanità e istruzione.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni Tasse

Un danno enorme per un'economia traballante che farà aumentare i poveri in Italia costringendo a chiedere ennesimi sacrifici alle famiglie già stremate.

Il rischio significativo

La Codacons ha stimato che, una volta attuato questo intervento, i costi andranno a colpire i risparmi dei cittadini con aumenti di uso quotidiano. Le priorità sono molte e debbono essere eseguite in base alle risorse economiche esistenti e non cercare di reperirle con ulteriori tasse.

La Cgil e Cisl, inoltre, vanno a richiedere un piano che non penalizzi i giovani, le famiglie e che riesca a rispettare i diritti dei lavoratori. Eseguire un programma che vada a favore uno a discapito dell’altro non è una soluzione che va ad aiutare l’economia italiana.

In questo momento di “stasi” l’unica soluzione per non toccare i risparmi, secondo i sindacati, è quella di abbassare l’età pensionabile già dal 2019. Una richiesta che metterebbe d’accordo un po’ tutti e che non andrebbe a necessitare di una spesa economica esorbitante.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto