Il fantasmino più famoso tra le app condivise dalla nuova tecnologia del futuro è sicuramente quello che fa da icona a Snapchat, il social network creato per i giovanissimi e grazie al quale è possibile condividere contenuti. L'idea è semplice e intuitiva: grazie a questa applicazione è possibile inviare foto e brevi video, ma anche chattare in tempo reale con gli amici.

Perché Snapchat ha raccolto un così grande consenso?

Scaricabile da Google Play e App Store e disponibile per Android e iPhone, Snapchat è un social network che mette a disposizione numerosissimi effetti con cui arricchire i contenuti da inviare ai propri amici, invogliando così l'utenza più giovane ad utilizzarlo.

È divertente e dinamico, semplice e immediato: la migliore app grazie alla quale divulgare le più belle foto, i migliori selfie e i video più spassosi di sempre.

La facilità d'utilizzo di tale applicazione ne ha permesso l'espansione a macchia d'olio tra i giovanissimi e ne ha consentito la diffusione globale, puntando sull'aspetto peculiare delle generazioni di oggi: la condivisione. Snapchat funziona bene perché dà la possibilità a chi ne usufruisce di scambiare contenuti in tempo reale, rendendoli mero "ricordo" dopo l'immediata visualizzazione degli stessi.

Cosa significa? Vuol dire che le immagini, le conversazioni e i video inviati agli amici tramite Snapchat, dopo visualizzazione vengono automaticamente eliminati.

Una chat "usa e getta", come si direbbe a ben valutarla. Eppure questo social network non solo pare aver superato Facebook per visualizzazioni di video, ma anche Twitter in quanto ad utenti attivi al giorno.

Dai teenager ad un pubblico adulto

Secondo la società di ricerca ComScore sembra però che il boom di questa piccola piattaforma sia avvenuto ad aprile 2016, quando anche la più famosa mamma d'America vi si è iscritta: Michelle Obama.

La First Lady americana ha dato praticamente il via ad un susseguirsi di registrazioni da parte dell'utenza più matura, la quale ha certamente apprezzato il miglioramento dei contenuti editoriali apportati recentemente. L'età media si è ulteriormente alzata, ma nonostante l'incremento di utenti con età maggiore di 35 anni, la fascia d'età che comprende gli individui dai 18 ai 24 anni continua a mantenere saldo il primato con un importante 69%.

Il motivo di un tale interessamento è probabilmente da ricercare in un miglioramento globale apportato su Snapchat. Di fatto accanto alla possibilità di inviare gli "Snaps" (cioè i contenuti che è possibile visualizzare una sola volta), si possonocontestualmente creare dei piccoli album di fotografie e video (le cosiddette "Storie") che hanno validità 24 ore. C'è una probabilità molto alta - sempre secondo ComScore - che questa novità abbia interessato un pubblico adulto, invogliandolo quindi all'iscrizione.