Rivoluzione in vista a New York per quanto riguarda la sicurezza nella città.

E no, non si tratta di un ordine esecutivo firmato dal "discusso" presidente degli Stati Uniti Donald Trump per garantire la sicurezza in una delle città più cosmopolite del mondo intero, ma bensì di un "ordine" d'acquisto da parte del sindaco (democratico) Bill De Blasio di migliaia e migliaia body-camera da qui alla fine del 2019 (in America schermaglie a parte la sicurezza è bipartisan).

In sostanza il progetto prevede che ogni poliziotto dell'NYPD (New York Police Department), la famosa polizia di New York, sia dotato da qui ai prossimi due anni di una telecamera fissa da tenere appesa alla divisa mentre è in servizio.

Una vera e propria rivoluzione dunque per la polizia della grande mela "giustificata" dal bisogno sempre crescente di sicurezza e di identificazione veloce dei soggetti con cui gli agenti sono a contatto. Non si comprendono ancora bene i costi dell'operazione e se le telecamere riprenderanno "live" oppure su scheda di memoria. NYPD, oltre ad essere il corpo di polizia più corposo del mondo per una singola città, è anche uno dei simboli stessi della metropoli.

Body-camera per i poliziotti di New York

Negli Stati Uniti, con differenze da stato a stato chiaramente, l'uso di alcune body-camera per i poliziotti e soprattutto l'uso delle camera-car rappresentano ormai una prassi assai consolidata. In certi stati ad esempio vige l'obbligo per la polizia che pattuglia con i veicoli le strade di tenere accese le camera-car, quali mezzi di prova nelle aule di tribunale ma anche come "tutela" di entrambe le parti: il poliziotto ma anche l'indiziato di reato.

Tante volte ad esempio negli ultimi anni le camera-car delle auto della polizia hanno ripreso non solo omicidi o reati vari ma anche sparatorie in cui erano "compromessi" proprio gli stessi agenti di polizia che poi sono stati incriminati grazie a quelle immagini. Un caso su tutti è stato quello dell'omicidio da parte di un agente di polizia del giovane di colore Michael Brown a Ferguson.

Segui la nostra pagina Facebook!