IOS è da sempre considerato uno dei sistemi operativi per dispositivi mobile, soprattutto tablet e smartphone, più sicuri in circolazione, e nella lotta tra Apple e Google la maggiore sicurezza di iOS rispetto ad Android ha sempre giocato un ruolo chiave, tuttavia un recente bug scoperto del sistema operativo ha fatto tremare gli utenti Apple di tutto il mondo.

È stato scoperto, su iOS 11 un grave bug

Il bug mette in pericolo numerosi dispositivi di casa Apple, soprattutto iPhone e iPad di ultima generazione [VIDEO], tuttavia smartwatch, smartTV e personal computer non sono esenti dal bug che, nel caso specifico di smartphone e tablet è in grado di provocare il blocco immediato di alcune applicazioni e in casi più gravi può provocare un crash della schermata di lancio delle applicazioni, nota come springboard (trampolino), e in casi più estremi addirittura un crash dell’intero sistema operativo.

Il bug è causato da un particolare carattere della lingua telugu, una lingua indiana parlata da circa settanta milioni di persone, l’equivalente del 5% della popolazione indiana. Questo carattere, se scritto, visualizzato o copiato, può provocare seri danni, anche immediati, ad un dispositivo di casa Apple.

Il carattere della lingua telugu funge come una sorta di cavallo di troia ed è in grado di attivare questo bug che può provocare l’immediato arresto di numerose applicazioni di messaggistica come [VIDEO] WhatsApp [VIDEO], Facebook Messenger, Outlook, Gmail, Twitter, Telegram, Skype, Instagram e la gestione degli SMS, una volta visualizzato o scritto il carattere queste applicazioni potrebbero smettere di funzionare e in tal caso, sarà impossibile avviarle nuovamente, a meno che non si installi sul proprio dispositivo Apple la versione 11.3 ancora in beta, di iOS, sembra infatti che la nuova versione del sistema operativo integri una correzione del bug.

Questo Bug di iOS 11 è in realtà molto più diffuso dello stesso sistema operativo, e sembra essere un difetto che affligge tutti i software di casa Apple, tuttavia, l’assenza di questo bug nella versione beta di iOS 11.3 lascia intuire che gli sviluppatori di Cupertino abbiano già scoperto cosa provoca il crash e come risolvere il problema, è quindi ipotizzabile che verranno presto rilasciate le dovute patch di sicurezza per correggere il bug.

Nel frattempo, per ridurre i danni e la circolazione del killer di iPhone, compagnie come facebook, google e tante altre, hanno limitato la diffusione del carattere attraverso i propri servizi di messaggistica.