Cattive notizie per gli stalker, buone nuove per chi vuole avere la supervisione sui contenuti che pubblica sulla popolare app. Se eravate spaventati da "Profile Visit", la funzionalità che permette di vedere chi visualizza il profilo durante l'ultima settimana, ora non chiuderete occhio la notte.

Instagram, il social network che consente ai suoi utenti di scattare foto, applicarvi filtri e condividerle in Rete, nelle ultime ore sta attivando una nuova funzionalità che metterà in crisi tutti gli “stalker” che amano gli screenshot delle Stories.

Pubblicità
Pubblicità

Attenti agli screenshot: appena catturerete con una foto la story di qualcuno, verrete beccati in flagrante e segnalati al profilo interessato.

Se già lo avete fatto, non andate nel panico, forse la la persona che avete 'spiato', nella migliore dei casi non sa ancora come verificare chi ha screenshottato. La news, di cui si mormorava già da qualche tempo, è attiva per iOS da mercoledì dopo l'ultimo aggiornamento di Instagram. L’obiettivo è quello, oltre che di salvaguardare la privacy, di rendere più efficiente il “diritto d’autore”.

Come beccare chi ci spia?

Possiamo finalmente affermare, o quasi che per gli “stalker” la pacchia è finita. Per sapere chi ci ha fotografato la story, basterà scorrere sui nomi di chi l'ha visualizzata, se affianco al nome ci sarà un'icona circolare (come quella mostrata in foto), vorrà dire che l'utente in questione è un nostro ammiratore, che ama conservarsi le nostre immagini.

Invece se sapete di far parte di questa frangia di “furbetti”, non temete la funzionalità sul vostro cellulare non è attiva fino a quando non ricevete la notifica di funzionalità .

Pubblicità

La prossima volta che farai uno screenshot, l'utente che ha postato la storia potrà saperlo” questo è il messaggio che vi eviterà bruttissimi scivoloni.

Ma come dice il proverbio: “fatta la legge, trovato l'inganno”

Ovviamente gli “stalker” più compulsivi, hanno già trovato qualche soluzione per aggirare il controllo di Instagram e agire in totale libertà. Sui social sono già comparse diverse tecniche per non farsi scoprire. La più in voga è quella di visualizzare la Story che si intende fotografare, disconnettersi, dalla rete internet, rientrare sulla Storia che una volta visualizzata rimane visibile anche offline, e fare finalmente lo screenshot.

Con questo metodo, a quanto dicono i più “esperti”, l’autore della Storia non riceverà nessuna notifica di spionaggio.

Leggi tutto