Cos'è un malware? Malware è l'abbreviazione di malicious software (software dannoso), che fa riferimento a vari tipi di software intrusivi e non buoni. Il termine coniato da Yisrael Radai negli anni '90, indica un programma qualsiasi che viene usato con il fine di rubare o accedere ad informazioni private senza che nessuno se ne accorga, mandare pubblicità non desiderata,estorcere denaro per la decriptazione, insomma, quello che prima si chiamava semplicemente "virus", tra i più conosciuti: Trojan, Worm, Spyware [VIDEO].

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Smartphone

Questo viene creato appositamente per creare danni completamente volontari ad un software, e si espande con piccole parti di software parassiti che vengono inseriti in un codice che già esiste.

Inizialmente scoperti solo nei computer, adesso scoperti anche nei sistemi Android degli Smartphone.

Cosa succede e come proteggersi da questi malware?

A parte i computer adesso anche gli smartphone vengono utilizzati, senza che l'utente lo sappia, per creare bitcoin e criptovalute. L'avviso ci viene dato da Malwarebytes che è una società della California, che si occupa della sicurezza in questo campo, e che afferma che ci sono migliaia e migliaia di telefoni Android che sono utilizzati di nascosto per produrre Monero, una delle tante monete virtuali [VIDEO]. Gli esperti hanno scoperto che già da novembre dell'anno scorso una nuova pubblicità di malvertising che diffonde malware ha mandando quasi un milione di visitatori al giorno su questi siti, dove in media gli utenti sono stati collegati per circa 5 minuti, e due siti in particolare, tra i cinque contati dal Malwarebytes, hanno registrato milioni di visitatori in un mese.

Gli utenti sanno però quello che succede, perché questi siti indicano una finestra con un avviso di un'attività "sospetta", e per di più informano che fin quando non verrà digitato un codice, quello smartphone sarà produttore di criptovalute. Con questa novità, i criminali cybernetici hanno incassato migliaia di dollari in un mese.

Come capire e come difendersi dai malware

La batteria degli smartphone o dei tablet che si collegano su questi siti potrebbe avere una durata minore, rispetto a prima. Per potersi difendere da tali siti Malwarebytes consiglia l'utilizzo di anti-virus, anti-malware e anti-spyware, che hanno la capacità di bloccarli. Il sistema Android è diventato l'obiettivo principale dei software malevoli.