A partire da oggi, fake news e catene di Sant'Antonio, avranno vita difficile su Whatsapp. L'app di messaggistica controllata da Facebook, limiterà il numero di messaggi condivisibili in simultanea, a breve. Una decisione volta a rendere la piattaforma più sicura e soprattutto, meno soggetta a disinformazione e messaggi pericolosi.

La modifica fa seguito ad un sondaggio, durato sei mesi, tra gli utilizzatori dell'app. L'aggiornamento sarà riscontrabile anche in Italia a campione, nel corso della giornata.

Pubblicità

Dalla Vicepresidenza, l'annuncio

Come riporta l'agenzia di stampa Reuters, la Vicepresidente Victoria Grand con delega alle politiche e alla comunicazioni di Whatsapp, ha annunciato durante un evento in corso a Jakarta, che il provvedimento verrà esteso in tutto il mondo, seppur in via sperimentale.

La restrizione è attiva in India da luglio, paese nel quale si conta il più alto numero di messaggi inviati, a causa di una serie di eventi violenti, scatenati proprio da alcune fake news condivise in chat.

Il limite a venti utenti raggiungibili contemporaneamente, ha prodotto effetti promettenti, tanto da incoraggiare la decisione aggiornare ed estendere la modifica oltre in confini indiani.

Si potranno contattare simultaneamente, fino ad un massimo di cinque utenti e sarà anche eliminato il tasto di inoltro rapido.

Cosa cambierà nell'utilizzo dell'app

In sostanza rimarrà inalterata la facoltà di spedire più messaggi, ma la differenza considerevole, sarà la velocità di diffusione. Per raggiungere più contatti, sarà necessario creare più messaggi, con la conseguente e notevole riduzione dei tempi di propagazione della fake news.

Pubblicità

Limitare nella viralità una notizia pericolosa, potrebbe garantire una certa sicurezza.

Whatsapp si avvale di una crittografia end to end che, di per sé, protegge gli utenti; il messaggio inviato è il risultato di una serie di dati visibili, solo a chi invia e chi riceve, impossibile da intercettare. Questo però permette la divulgazione di messaggi che istigano all'odio, al bullismo [VIDEO], e favorire una politica di fake news che anche Facebook, sta combattendo da tempo.

La piattaforma, conta ad oggi, più di due miliardi di utenti, con uno scambio di circa settanta miliardi di messaggi, superando così il social di Mark Zuckerberg.

Si tratta quindi di una misura di prevenzione, che auspica ad assicurare maggiore sicurezza online, a partire da oggi.