Nella giornata di ieri, milioni di persone sono rimaste senza parole quando hanno visto la mappa del popolarissimo gioco Fortnite sparire sotto i loro occhi. L'evento ha concluso la decima stagione del popolarissimo videogioco che da tempo, ormai, appassiona milioni di persone in tutto il mondo.

L'evento, accaduto ieri, ha fatto parlare tutto il mondo

Nella giornata di ieri, domenica 13 ottobre, Fortnite ha fatto concludere l'evento "La fine" della decima stagione del Battle Royale (funzione online del gioco alla quale partecipano milioni di videogiocatori).

La casa di produzione del gioco ha deciso di concludere l'evento di ieri con un evento live trasmesso in diretta su Twitch (piattaforma di live streaming di proprietà di Amazon) seguito da circa 4 milioni di giocatori. Durante la diretta è accaduto l'evento che ha lasciato di stucco tutti gli appassionati: in seguito a una esplosione, infatti, si è generato nello schermo un buco nero che ha progressivamente ed inesorabilmente risucchiato il campo di gioco. A fenomeno concluso, lo schermo è apparso nero (accompagnato da una musica di sottofondo) disseminato da vari numeri (probabilmente indizi disseminati dai produttori del gioco). La funzionalità del gioco risulta essere, al momento, ingiocabile.

Tra i video-giocatori si è subito scatenato il panico: molti, infatti, temevano che questa operazione fosse un modo dei produttori per terminare per sempre il gioco. Tuttavia, essa dovrebbe essere solamente una operazione (riuscita) di manutenzione: il "buco nero" dovrebbe essere il creatore della nuova mappa di gioco del capitolo 2 di Fortnite (del quale sono state già diffuse le immagini dall'App Store di Ios).

Impossibile sapere quando verrà rilasciato questo nuovo capitolo online.

Fortnite: non solo un videogioco, ma un fenomeno globale di costume

Impressionanti, come già detto, i numeri degli spettatori che hanno visualizzato la diretta streaming su Twitch ieri: circa 4 milioni gli spettatori in diretta, a cui si aggiungono circa altri 6 milioni di spettatori che hanno visionato i filmati in differita.

In tutto si stima che gli spettatori totali delle immagini di ieri siano stati circa 10 milioni. Numeri, appunto, impressionanti che non permettono di liquidare Fortnite come un semplice "passatempo": esso invece, pare un vero e proprio fenomeno di costume del mondo globalizzato, capace di catalizzare l'attenzione di milioni di persone in tutto il globo. Emblematico, in questo senso, è Twitter: sono migliaia e migliaia i tweet in merito a ciò che è successo ieri e a ciò che potrebbe accadere in futuro. Tra i tantissimi tweet c'è anche quello di Elon Musk, noto imprenditore a capo di Tesla. A dimostrazione, se ancora ce ne fosse il bisogno, che il fenomeno Fortnite riesce a cattura davvero l'attenzione di chiunque.