Ormai Anna Tatangelo ha capito che l'immagine sexy, quella delle canotte indossate severamente senza reggiseno, dei 'sideboobs' e delle sculettate è quella che funziona sul serio.

Il suo nuovo video è riuscito a totalizzare oltre mezzo milione di click in soli cinque giorni e la sua canzone 'Muchacha', con tutta probabilità, diventerà uno dei tormentoni dell'estate 2014.



Altro che 'Ragazza di periferia' e viso acqua e sapone. Anna Tatangelo sta proseguendo nel rinnovamento profondo del proprio look, anche perchè a 27 anni, è arrivato il momento di cambiare. Nonostante la gravidanza della futura 'nuora' Nicole Minetti, non è proprio possibile chiamarla 'nonna' perchè il termine davvero non reggerebbe.





'Muchacha' è il primo tentativo di collaborazione tra la compagna di Gigi D'Alessio e uno degli autori più apprezzati della musica italiana, ovvero Francesco 'Kekko' Silvestre dei Modà. Possiamo certo dire che, se il buongiorno si vede dal mattino, con il videoclip che, tra l'altro ha conquistato il primo posto della video chart di iTunes, c'è da immaginarsi una lunga e profittevole collaborazione.

La canzone parla di una ragazza particolarmente sexy e il testo è particolarmente malizioso: 'Sarò il tuo sogno erotico' con tanto di definizione di uomo ideale, che non guasta mai. 'L’uomo giusto deve sapermi conquistar la testa, non basta un fisico prestante e basta' come a far capire che l'intelligenza nel maschio non deve mancare mai. 



'Io sono una muchacha troppo sexy, che ama ballare senza trucco e tacchi.' canta Anna Tatangelo in maniera maliziosa per poi alzare nuovamente la temperatura dei propri fans completamente estasiati da tale sensualità: 'Sabbia fredda, sudata mi concedo alle tue braccia per diventare come te: dorata e irresistibile!'

La strada da percorrere è quella delle varie Beyoncè, Rihanna e Miley Cyrus, anche se le movenze di Anna Tatangelo rimangono nei 'limiti' e non 'sforano' come nel caso dell'ex Hannah Montana.  
Per lei, dunque, si annuncia un'estate fortunata all'insegna della provocazione e della malizia.