In questi giorni sui social e sul web non si fa altro che parlare del fuori onda di Pomeriggio 5 mostrato in diretta tv nel corso di Striscia la notizia, dove si vedeva che la giornalista del talk show condotto da Barbara d'Urso "organizzava" a tavolino l'intervista al tanto chiacchierato cacciatore del caso Andrea Loris, il bimbo di soli 8 anni trovato morto nel ragusano. Inutile dire che il video del fuori onda di Pomeriggio 5 ha fatto subito il giro del web e al tempo stesso ha suscitato un vespaio di polemiche da parte di coloro che hanno cominciato a mettere in dubbio la credibilità della trasmissione Mediaset.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Ecco allora, che oggi venerdì 19 dicembre, la padrona di casa di Pomeriggio 5 ha deciso di rompere il silenzio, e così ha postato un lungo messaggio sulla sua pagina ufficiale Facebook in cui ha dato la sua versione dei fatti su quanto accaduto.

Barbara d'Urso difende il suo gruppo di lavoro di Pomeriggio 5

Nel suo lungo messaggio postato su FB la d'Urso ha difeso la giornalista Alessandra Borgia, affermando di averla sentita telefonicamente per chiederle informazioni su quanto mostrato da Striscia la notizia. Ebbene, stando alla parole della d'Urso quanto accaduto è stato figlio di una richiesta di cautela da parte del soggetto intervistato; al tempo stesso però, ha tenuto a precisare che le dichiarazioni rilasciate dal cacciatore in diretta tv a Pomeriggio 5 non sono state per nulla alterate da questo spiacevole e discutibile episodio.

La d'Urso, poi, ha ribadito che anche questa volta i media hanno attaccato solo ed esclusivamente lei, sebbene la conduttrice non potesse essere coinvolta in prima persona in questa vicenda, visto che chi conduce un programma in diretta tv come Pomeriggio 5 non può sapere cosa accade nei minuti prima dei collegamenti con gli inviati della trasmissione.

I migliori video del giorno

A finire nel mirino delle polemiche, però, è stata la d'Urso, la quale sostiene che molto probabilmente si tratta di un attacco che i media vogliono fare alle trasmissioni d'informazione targate Mediaset, che quest'anno stanno ottenendo ottimi ascolti.